Bonus 600 fino a 1.600 euro con gli aiuti regionali, ecco come fare

I lavoratori autonomi e partita Iva, potranno ricevere un bonus extra di 1.000 euro oltre all’indennità 600 euro, per un totale di 1.600 euro.

Bonus 600 euro più extra di mille euro. La Regione Campania si è attivata per supportare i lavoratori autonomi e partita IVA erogando un ulteriore bonus extra del valore di mille euro. In pratica, i lavoratori aventi diritto, percepiranno l’indennità 600 euro, come disposto dal Decreto Cura Italia emanato il 16 marzo 2020 con l’aggiunta dell’extra regionale. Tuttavia, il bonus extra non sarà erogato da tutte le Regioni e, ne tantomeno sarà del medesimo importo.

Indennità 600 euro più bonus extra mille euro: a fondo perduto

Tante le Regioni che si sono attivate per garantire un supporto immediato alle famiglie e alle aziende. La vita degli italiani in poco tempo è cambiata drasticamente. Di certo, nessuno si sarebbe aspettato che il Paese a breve avrebbe fatto i conti con un’influenza mortale. Se da un lato si intravede una diminuzione nei contagi. È anche vero che troppi lavoratori, famiglie e aziende si trovano in condizioni disperate.

Debiti che si accumulano e, senza liquidità per fronteggiare alle prime necessità. Alcune regioni hanno studiano un piano d’intervento capace d’immettere liquidità attraverso l’erogazione di bonus integrativi di circa mille euro.

Nello specifico, la Regione Campania, attraverso l’emanazione della delibera n. 171 del 7/04/2020, ha disposto per i lavoratori autonomi, liberi professionisti, iscritti alla gestione separata Inps, e così via. L’erogazione di una tantum a fondo perduto del valore di mille euro che sarà distribuita fino all’esaurimento delle scorte.

I professionisti aventi diritto per ottenere il bonus devono presentare una domanda online contenente l’attestazione dei requisiti, tra cui:

  • aver iniziato l’attività lavorativa prima della data del 1/01/2020;
  • attività lavorativa con sede o studio all’interno del territorio regionale;
  • fatturato di proventi inferiore ai 35.000,00 euro nell’anno 2019.

I beneficiari fruiranno dell’indennità 600 euro ultima istanza elargita dall’INPS e, riceveranno anche il bonus extra regionale di mille euro, per un totale corrispondente a 1.600 euro.

Le Regioni che erogano la tantum extra

La Lombardia e il Piemonte sul piano d’interventi hanno disposto uno studio d’immissione di liquidità, attraverso misure integrative. Attilio Superti, vicesegretario del Consiglio regionale lombardo, ha ribadito che la Regione intende supportare con bonus extra i lavoratori autonomi e partita IVA.

La Regione Sardegna ha messo in campo risorse finanziarie al fine d’intervenire immettendo liquidità da destinare alle famiglie, ai professionisti, partita Iva, lavoratori dipendenti e così via. Si tratta, di un contributo del valore di circa 800 euro.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein