Bonus 80 euro in busta paga diventerà 90 euro, le ultime novità

Le ultime dichiarazioni del Ministro Tria riconfermano il Bonus 80 euro in busta paga con un aumento di 10 euro: ecco di cosa si tratta

Le ultime notizie smentiscono l’abolizione del bonus 80 euro in busta paga. Il Ministro Tria in un’intervista ha affermato che il bonus di 80 euro in busta paga non sarà abolito ma confermato e passerà a 90 euro. Ricordiamo che il bonus consiste in un credito Irpef da 80 euro che lavoratori dipendenti percepiscono in busta paga. Secondo le ultime indiscrezioni potrebbe subire un aumento di 10 euro.

Bonus 80 euro in busta paga: come funziona

La normativa vigente stabilisce che il bonus di 80 euro in busta paga viene riconosciuto a tutti i lavoratori sia che lavorano nel settore pubblico sia in quello privato, con un reddito annuo presunto compreso tra gli 8.174 e i 26.600 euro lordi. Il bonus diminuisce per i redditi compresi tra 24.600 e 26.600, fino ad azzerarsi al raggiungimento della soglia massima.

Per coloro che hanno un reddito inferiore agli 8.174 euro il bonus va restituito poiché si rientra negli incapienti, ovvero coloro che registrano detrazioni Irpef da lavoro dipendenti maggiori rispetto all’imposta lorda dovuta. Per questo motivo non possono ricevere il bonus, poiché non hanno Irpef da cui scalarlo.

Devono restituire il bonus coloro che hanno superato il reddito di 26.600 euro annui poiché superata questa soglia il diritto al bonus viene perduto e se l’erogazione  è stata indebita e deve essere restituita. La restituzione avviene in sede di dichiarazione dei redditi in una sola soluzione.

Bonus 80 euro in busta paga, chi lo dovrà restituire nel 2019?

Una misura sbagliata, ma non si tocca

Idee discordanti sul bonus in busta paga introdotto dal Governo Renzi. Più di una volta il Ministro Tria aveva ribadito che era una misura sbagliata, un provvedimento fatto male; in quanto le risorse dovevano servire per altri scopi.

Da Sky Tg24 e su tutte le reti è stata riportata la notizia che il Ministro Tria ha ribadito che il bonus di 80 euro non si tocca, potrà subire un cambiamento a livello nominativo e addirittura aumentare fino ad arrivare a 90 euro. Chiarisce che gli 80 euro faranno parte di una nuova riforma fiscale che comprenderà anche la flax tax.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”