Bonus affitti casa: si può usare il modello 69 in accordo con il proprietario

In mancanza del bonus affitti per le abitazioni su può utilizzare il modello 69 per concordare una riduzione del pagamento mensile.

Nè il Decreto Cura Italia nè il prossimo decreto di maggio prevedono bonus per chi paga l’affitto dell’abitazione in cui vive. Ma oggettivamente serve un bonus affitti soprattutto per chi, in questo periodo di grande crisi economica, si ritrova a vivere senza un lavoro e senza reddito. Gli affittuari, anche se non è previsto uno specifico bonus affitti per loro, possono accordarsi con il proprietario per stabilire una riduzione del canone di affitto fintanto che dura la crisi. Vediamo come fare.

Bonus affitti casa? Esiste il modello 69

Anche se  il governo al riguardo non ha previsto nessuna misura, si può utilizzare il Modello 69 per una riduzione del canone di affitto. Ovviamente si deve essere in accordo con il proprietario per una riduzione temporanea del canone da versare.

Il problema principale per i proprietari è che le imposte vanno pagate anche sugli affitti non riscossi. Procedere utilizzando, quindi, il modello 69 permette di pagare le tasse soltanto sulla cifra effettivamente ricevuta come canone e non su quella prevista dal contratto di locazione.

Il modello 69 viene utilizzato in caso di difficoltà di pagamento da parte dell’inquilino, ma l’accordo ma registrato entro 30 giorni dalla sottoscrizione (non sono previste spese di registrazione nè imposte di bollo).

Accordo tra inquilino e proprietario

Per prevedere legalmente una riduzione del canone di locazione, quindi, inquilino e proprietario devono sottoscrivere, dopo la compilazione, il modello 60 che viene utilizzato per mettere al corrente l’Agenzia delle Entrate della temporaneo riduzione del canone di affitto percepito dal proprietario dell’immobile.

Una volta compilato e sottoscritto il modello deve essere inviato all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate cui era stato registrato il contratto di locazione (al termine dell’emergenza, in ogni caso, andrà depositato anche il modello in originale presso l’AdE).

Come compilare il modulo 69

Nel modello 69 andranno indicati i riferimenti del contratto di locazione, i dati di locatore e inquilino, il canone di locazione stabilito dal contratto ed il canone annuale ridotto tramite accordo. Sono da indicare, inoltre, i mesi per i quali la riduzione del canone è prevista e la data di stesura dell’accordo.

Un nostro lettore ci chiede: Salve..nel mese di aprile ho chiesto al mio proprietario di casa in affitto se fosse possibile usare il modello 69 che a quanto so prevede una riduzione temporanea del pagamento dell’affitto stabilendo insieme cifre e tempi e automaticamente alla fine del tempo stabilito passa al pagamento stabilito all’inizio del contratto stesso…per questo lasso di tempo il proprietario pagherà le tasse per quell’importo stabilito e non per quello iniziale…la risposta del mio proprietario a tutto ciò e’ stata: “non possiamo farlo perché poi non passa automaticamente alla cifra pattuita all’inizio e succede un casino all’agenzia delle entrate”; io sono ignorante in materia e mi sto rivolgendo a voi…se potreste darmi delucidazioni a riguardo ne sarei felice

Stabilendo nel modello 69 i mesi in cui la riduzione è praticata, supponiamo 3 mesi, dal 4 mesi in automatico le tasse saranno dovute per intero e così il canone dovuto dall’affittuario.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.