Bonus affitti: spetta anche sulla pertinenza e sulle spese condominiali?

I chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sul bonus affitti per commercianti fanno comprendere che nel credito di imposta possono rientrare anche spese condominiali e pertinenze.

Nell’articolo 65 del Decreto Cura Italia è stato inserito un credito di imposta per chi paga l’affitto per botteghe e negozi. Premettendo che quello che è stato ridefinito bonus affitti ha destato non solo molti dubbi ma anche indignazione perchè non è stato esteso anche alle locazioni abitative,  chiariamo gli aspetti pratici del credito stesso.

Bonus affitti non per tutti

Moltissimi nostri lettori, riferendosi al bonus affitti, hanno fatto notare che sarebbe stata cosa buona allargare il beneficio anche a chi versa tutti i mesi la locazione dell’immobile in cui vive. Moltissime famiglie, infatti, trovandosi senza lavoro, senza redditi e senza sussidi (visto che il bonus di emergenza continua a non arrivare) hanno avuto moltissime difficoltà e a volta anche l’impossibilità di pagare l’affitto di casa con le immaginabili conseguenze. Padroni di casa indignati per i ritardi (ma questa gente comprende il periodo storico eccezionale che stiamo vivendo? CI si rende conte che ci sono persone che non guadagnano soldi da metà marzo e che la cassa integrazione e i vari bonus non sono stati ancora erogati?) e inquilini imbarazzati per l’insolvenza.

AL di la di questa riflessione, de l tutto personale, però, vediamo i chiarimenti che l’Agenzia delle Entrate ha fornito sul credito di imposta sugli affitti.

Credito di imposta: i dovuti chiarimenti

Molti sono i commercianti che pagano l’affitto della propria bottega e del proprio negozio che si chiedono se nel credito di imposta rientrino anche le pertinenze o le spese condominiali.

A chiarire i dubbi è la stessa Agenzia delle Entrate con la circolare numero 11/E del 6 maggio 2020, ai punti 3.1 e 3.2.

Ai fine dell’ammontare del credito di imposta si deve tenere conto delle spese condominiali che si sostengono, come conduttore? Ed è importante che le stesse spese siano corrisposte insieme al canone di affitto?

Per essere computate nel credito di imposta è necessario che le spese condominiali spettanti siano state pattuite come voce unitaria con il canone di locazione. Le spese   condominiali, quindi, se risultanti nel contratto di locazione potranno essere prese in considerazione per il calcolo del credito di imposta.

Se oltre al locale adibito a negozio la locazione comprende anche una pertinenza c3 con canone unico, si può beneficiare del credito di imposta per entrambi i locali?

La pertinenza risulta un accessorio del bene principale, a patto che anche la pertinenza sia utilizzata ai fini dello svolgimento dell’attività commerciale (ad esempio come magazzino dei beni). Il credito di imposta, qundi, spetta sull’intero canone di locazione anche se quest’ultimo comprende anche una pertinenza.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.