Bonus asilo nido 2018, anche per bambini affetti da grave patologie

Bonus asilo nido 2018, è possibile presentare domanda dal 29 gennio 2018 fino al 31 dicembre 2018, il bonus è destinato anche ai bambini affetti da gravi patologie.

Il bonus asilo nido è stato confermato anche per il 2018, l’Inps, ha emanato la circolare del 29 gennaio 2018, n. 14.

Dal 29 gennaio al 31 dicembre del 2018, sarà possibile richiedere il contributo per il pagamento delle rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, nonché per l’introduzione di forme di supporto presso la propria  abitazione  in favore dei bambini  al  di  sotto  dei  tre  anni,  affetti  da  gravi patologie croniche.

Il bonus, dell’importo massimo di 1.000 euro, è destinato ai figli nati o adottati dal 1° gennaio 2016 ed è corrisposto dall’INPS su domanda del genitore.

L’Inps, con circolare del 22 maggio 2017, n. 88  ha fornito le istruzioni operative relative alla presentazione delle domande per l’anno 2018: buono per pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati e buono per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione a favore dei bambini affetti da gravi patologie croniche.

Bonus asilo nido 2018: il contributo

L’agevolazione per gli asili nido è stanziata in 11 rate mensili da 90,91 euro per ogni retta pagata e documentata.

Per quanto riguarda le forme di assistenza presso la propria abitazione, invece, il bonus è riconosciuto in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche . In questo caso la somma di 1.000 euro, sarà erogata in un’unica soluzione direttamente al genitore richiedente.

La domanda di assegno può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato a decorrere dal 1° gennaio 2016 che sia in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana, oppure di uno Stato dell’Unione Europea oppure, in caso di cittadino di Stato extracomunitario, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione Europea. Il presente beneficio è concesso anche ai cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria;
  • è necessaria la residenza in Italia;
  • il richiedente deve essere il genitore che sostiene il pagamento della retta;
  • il richiedente  deve coabitare con il figlio ed avere dimora abituale nello stesso Comune.

Presentazione della domanda per l’anno 2018

  • Le richieste dovranno essere trasmesse all’Istituto secondo le modalità di seguito indicate:La domanda potrà essere presentata dal 29 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto. Parimenti, il cittadino potrà utilizzare, per l’autenticazione, il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS);Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Leggi anche: Figli a carico, cambia il limite di reddito, fino a 4000 euro

Fonte: INPS 29 gennaio 2018, n. 14

SuperAbile (Gabriela Maucci)

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”