Bonus asilo nido 2019: richiesta online a partire dal 28 gennaio

Chi è in possesso dei requisiti richiesti potrà presentare la domanda online dal 28 gennaio per ottenere il bonus asilo nido 2019. Bonus asilo nido L’agevolazione è indirizzata ai bambini di età inferiore a 3 anni impossibilitati a frequentare gli asili nido poiché affetti da gravi patologie croniche. Consiste, infatti, in un sostegno economico dall’importo […]

Chi è in possesso dei requisiti richiesti potrà presentare la domanda online dal 28 gennaio per ottenere il bonus asilo nido 2019.

Bonus asilo nido

L’agevolazione è indirizzata ai bambini di età inferiore a 3 anni impossibilitati a frequentare gli asili nido poiché affetti da gravi patologie croniche. Consiste, infatti, in un sostegno economico dall’importo massimo di 1.500 euro annui per il pagamento delle rette degli asili nido pubblici e privati autorizzati o per le spese dei servizi assistenziali domiciliari:

  • asilo nido pubblici o privati autorizzati: in questo caso alla richiesta del bonus si dovrà allegare la documentazione che provi il pagamento della retta relativa al primo mese di frequenza. Qualora si tratti di asili nido pubblici che prevedono il pagamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, sarà necessaria soltanto la documentazione relativa all’iscrizione.
  • servizi assistenziali domiciliari: in questo caso sarà necessario richiedere il certificato rilasciato dal pediatra che attesti l’impossibilità del bambino di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento a causa di una grave patologia cronica.

Requisiti necessari

Per poter beneficiare del bonus non sarà necessario appartenere a determinate fasce di reddito e, dunque, non sarà necessario presentare il proprio modello Isee. I requisiti richiesti, infatti, sono i seguenti:

  • cittadinanza italiana e cittadinanza europea;
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;Bonus asilo nido 2019: richiesta online a partire dal 28 gennaio
  • carta di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’UE;
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’UE;
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
  • residenza in Italia;
  • relativamente al contributo asilo nido, il richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta;
  • relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

Richiesta bonus

Se in possesso dei requisiti precedentemente elencati, i genitori interessati potranno consultare il servizio online dell’Inps per presentare domanda. Il servizio sarà attivo dal 28 gennaio (ore 10.00 in poi).

Nel modulo di richiesta, oltre alla documentazione precitata, sarà necessario indicare il tipo di contributo e le relative mensilità. Nel caso di asili nido il contributo sarà erogato con assegni mensili dall’importo singolo di massimo 125 euro. Per quanto riguarda, invece, l’assistenza domiciliare il contributo sarà erogato in un’unica soluzione di massimo 1.500 euro annui.

Il servizio online dedicato al bonus sarà attivo fino al 31 dicembre 2019 (fino alle ore 23.59). In alternativa, i richiedenti potranno rivolgersi al contact center oppure ad un qualsiasi ente di patronato e intermediari dell’Istituto.

 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.