Bonus Bebè 160 euro per figli fino a 14 anni: novità

Un bonus bebè rafforzato per le famiglie con figli fino a 14 anni. La Ministra Elena Bonetti ha introdotto la novità del Decreto di aprile.

Il Ministro per la Famiglia scende in campo presentando un Bonus Bebè irrobustito. Una proposta previsto nel pacchetto di aiuto alle famiglie che gravano in difficoltà economica dovuto alla riduzione o perdita del lavoro da Covid-19. Il Governo con il decreto di aprile punta a sostenere economicamente le famiglie e le aziende attraverso gettiti di liquidità. Il blocco di aiuti non riguarderà più l’erogazione di una tantum, ma saranno misure che resteranno in vigore per tutto l’anno in corso. In sostanza, il Governo concretizzerà un progetto di aiuti che risulti stabile nel tempo, al fine di fronteggiare l’emergenza sanitaria ed economica dovuta alla diffusione dell’epidemia da Coronavirus.

Dalle ultime voci di “corridoio”, il nuovo decreto di aprile conterrà sicuramente un pacchetto dedicato a supportare le famiglie. I Relatori stanno vagliando l’ipotesi di riformulare il bonus figli. Molto probabilmente, resterà in vigore fino alla fine dell’anno, ossia fino al 31 dicembre 2020. Mentre, per quanto riguarda i requisiti dovrebbe accostarsi in modo particolare al bonus bebè. Ecco perché è stato denominato bonus bebè rafforzato. L’unica postilla che includerebbe i figli fino a 14 anni di età.

Bonus bebè o Bonus figli potenziato? La proposta del Ministro per la Famiglia

La misura così come pensata dalla Bonetti è in fase di studio, dovrebbe contenere le medesime aspetti previsti per il Bonus bebè, l’unica postilla riguarderebbe la possibilità di poter inserire anche i figli fino a 14 anni di età. In sostanza, con questa misura si amplia la platea degli aventi diritti, in quanto, potranno beneficiare del bonus i genitori con figli fino a 14 anni di età.

I criteri per accedere al contributo potenziato?

I principi che regolano l’accesso al bonus dovrebbero essere gli stessi del bonus bebè, ossia valgono le medesime regole. In sostanza, dovrebbe essere prevista  un’indennità  del valore che oscilli tra gli 80 euro e i 160 euro, in virtù del reddito annuo percepito.

Nello specifico, i requisiti reddituali per presentare la domanda del bonus figli dovrebbero essere i seguenti, quali:

– possono accedere all’importo di 160 euro mensili, le famiglie con un reddito dichiarato nel modello ISEE pari o inferiore a 7 mila euro;

– possono accedere al 120 euro mensili, le famiglie con modello ISEE pari o inferiore a 40.000 euro;

– rientrano negli 80 euro le famiglie con un ISEE di oltre 40.000 euro.

Precisiamo che la misura non è stata ancora definita nei dettagli. Al momento, i tecnici del Governo stanno elaborando il provvedimento. Ulteriori conferme giungeranno con l’approvazione del decreto di aprile.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein