Bonus bebè, ma che fine ha fatto?

Bonus bebè: ecco gli ultimi aggiornamenti

Si scatena polemica per quanto riguarda il bonus bebè, anche perché a quanto pare nell’ultima legge di Bilancio non c’è nessuna traccia del contributo economico. Senza dubbio, se non si inizia subito ad intervenire l’anno prossimo non ci sarà più.

Il bonus bebè potrebbe scomparire alla fine dell’anno.

Il contributo economico di 80 euro al mese per le famiglie sotto i 25 mila euro di Isee arriverà solo ai nati fino al 31 dicembre. La notizia mette grande preoccupazione ma a quanto pare nella nuova legge di Bilancio non ce n’è traccia.

Lo stato italiano sostiene che questo tipo di contributo economico sarà introdotto di nuovo, grazie ad un emendamento alla legge di Bilancio. La proposta potrebbe essere già presentata nei prossimi giorni, insieme a un intervento per ripristinare i cinque giorni di congedo obbligatorio per quanto riguarda i papà.

Lorenzo Fontana, il Ministro per la Famiglia, ha spiegato che: ‘’Sul cosiddetto bonus bebè è in predisposizione un emendamento governativo. Il precedente governo l’aveva prevista come misura a termine, destinata a cessare alla fine di quest’anno’’.

Leggi anche: Bonus bebè 2019, importo e durata: due buone notizie per chi avrà un figlio l’anno prossimo

bonus bebè 2018È stata disposta inoltre, come viene riferito: ‘’una più attenta verifica sulla sua operatività ed efficacia, rispetto ai tempi per il varo della manovra, e all’esito di questi approfondimenti. Si è deciso di presentare, sin dalla Camera, un emendamento governativo che miri a tenere conto, e a superare, talune inefficienze che erano emerse nella precedente versione’’.

Il contributo economico, introdotto con la manovra per il 2015, sembra che sarà in vigore solo a fine di quest’anno, a meno che non si interviene subito.

Leggi anche: Bonus Bebè 2018 di 500 euro, ecco come richiederlo

Si parlava di un assegno di 960 euro annui che si poteva beneficiare fino ai tre anni di vita del bebè o i tre anni dell’ingresso in famiglia di un eventuale figlio adottato, ma era stato ridotto l’arco temporale a un anno di vita del bimbo.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.