Bonus caldaia 2020: sconti fino al 65%, ecco come ottenerli

Anche con il bonus caldaia 2020 i cittadini possono avere agevolazioni fiscali e ottenere degli sconti. Ecco alcune informazioni utili.

Tra i bonus presenti nella Legge di bilancio 2020 vi sono anche quelli riferiti alla caldaia. Infatti, anche quest’anno, come il 2019, sarà possibile usufruire delle agevolazioni fiscali per sostituire la caldaia con un modello più efficiente. Ecco di cosa si tratta.

Bonus caldaia 2020

Avete deciso di cambiare la vostra caldaia, ma dovete rimandare perché il costo della nuova è troppo elevato? Niente paura: il bonus caldaia può essere d’aiuto. Infatti, vi permetterà di sostituire la vostra vecchia caldaia con una nuova, usufruendo di una detrazione fiscale del 50% o del 65% sulla spesa sostenuta.

In pratica, possono utilizzare il bonus caldaia tutte le persone che acquistano una caldaia di classe A (anche solo le valvole termostatiche) che garantirà non solo migliori prestazioni energetiche, ma anche una riduzione dell’inquinamento.

Come ottenere lo sconto del 50 o del 65%

Come abbiamo detto, le aliquote sono differenziati perché cambiano a seconda del tipo di intervento eseguito. Infatti abbiamo uno:

sconto del 50% per,

  • la sola installazione di una caldaia a condensazione di classe A;

sconto del 65% per

  • l’installazione di una caldaia a condensazione, sempre di classe A;
  • la sostituzione delle valvole termostatiche;
  • installazione di impianti ibridi con sistema a pompa di calore.

Lo sconto ottenuto potrà essere portato in detrazione nella dichiarazione dei redditi nel 2021.

L’agevolazione, inoltre, può essere ceduta all’installatore che, in cambio dovrà garantire uno sconto di pari importo sulla spesa sostenuta.

Come richiedere il bonus

Per richiedere il bonus, è necessario:

  1. fare un bonifico “parlante” o altro sistema di pagamento tracciabile;
  2. conservare la documentazione dell’intervento;
  3. entro 90 giorni comunicare all’Enea la scheda degli interventi con l’attestazione della classe energetica.

Solo dopo effettuati questi passaggi, è possibile portare in detrazione le spese sostenute per l’installazione di una nuova caldaia.
Infine, il bonus può essere richiesto:

  • dal proprietario dell’immobile nel quale si effettuerà l’intervento;
  • dall’affittuario.

Leggi anche: Come consumare meno con la caldaia: consigli per affrontare l’inverno


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube