Bonus di 100 per chi a marzo ha lavorato nelle scuole

In arrivo nelle tasche di dipendenti pubblici e privati un nuovo bonus di 100 euro per chiunque abbia lavorato in sede per il mese di marzo.

Nel decreto Cura Italia c’è stato spazio anche per i dipendenti pubblici e privati che per tutto il mese di marzo 2020 appena trascorso hanno lavorato rischiando la propria salute. Ovviamente tale misura è stata estesa anche a tutti coloro che lavorano nelle scuole, e quindi stiamo parlando del personale ATA, i docenti ed i dirigenti scolastici. Si tratta di un bonus la cui somma è di 100 euro , ma ci sono alcune precisazioni da fare. Vediamole di seguito.

Bonus da 100 euro per tutti coloro che hanno lavorato a scuola nel mese di marzo

All’interno del decreto viene detto che tale premio spetta a tutti quei lavoratori, dipendenti pubblici e privati, che possiedono un reddito complessivo relativo all’anno scorso che non superi i 40.000 euro.

In più è stato detto che tali 100 euro sono da rapportare in base al numero dei giorni di lavoro trascorsi in sede durante tutto il mese di marzo 2020.

Quindi, si tratta di un bonus che esclude a prescindere chiunque stia lavorando in modalità smart working.

Il bonus deve essere rimodulato tenendo conto dei giorni in cui si ha lavorato nel mese di marzo per tutti i docenti che hanno lavorato in sede fino alla data del 4 marzo 2020.

Ma anche per i dirigenti scolastici che si sono recati presso le proprie scuole durante il periodo delle sospensioni didattiche e per il personale ATA che ha fatto lo stesso.

Prendendo in cosiderazione il fatto che da solo il mese di marzo conta ben 22 giorni lavorativi e che stiamo parlando di un bonus di ben 100 euro, a calcoli esatti a tali dipendenti spettano 4,5 euro per ogni giorno trascorso a lavorare a scuola.

Tali soggetti potranno vedere l’entrata del bonus nelle loro tasche a partire dal mese di aprile, quando riceveranno lo stipendio.

Infine, speriamo che nei mesi che seguiranno ci siano degli aumenti di stipendio per chi combatte in prima linea il Coronavirus: dal medico al cassiere del supermercato, dall’infermiere al corriere.

 

Leggi anche:

Decreto scuola: esami, promozione, graduatorie, libri di testo, assunzioni. Tutte le misure


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.