Bonus di 513 euro: retroattività per gli anni 2014 – 2016, lettera al Ministro Catalfo

Bonus commercianti e richiesta di integrazione retroattiva anche per gli anni 2014 -2015 -2016. Lettera al Ministro del lavoro Nunzia Catalfo.

Bonus commercianti di 513 euro come ponte per il pensionamento, una lotta affrontata per più di un anno dopo la pubblicazione di una circolare restrittiva dell’Inps, la n. 77 del 24 maggio 2019 che aveva escluso le attività commerciali per gli anni 2017 -2018. La situazione ha trovato la soluzione con la circolare INPS del  13 gennaio 2020, n. 4, l’ente comunica che possono presentare domanda di indennizzo anche i commercianti che abbiano cessato definitivamente la propria attività dal 1° gennaio 2017 purché, al momento della presentazione della domanda, siano in possesso dei requisiti necessari.

Bonus commercianti anche per gli anni: 2014 – 2015  – 2016

Paradossalmente si riaccende la controversia per i commercianti dell’anno 2014/2015/2016 che chiedono l’apertura sulla retroattività anche per questi anni. La settimana scorsa è stata presentata un’interrogazione di risposta per chiedere l’apertura del bonus commercianti. Va ricordato che questa prestazione economica viene riconosciuta a tutti coloro che esercitano un’attività commerciale, in quanto contribuiscono con il versamento di una maggiorazione, finalizzata ad accompagnare fino alla pensione di vecchiaia coloro che lasciano definitivamente l’attività. 

In merito è stata presentata interrogazione in risposta in Commissione sull’integrazione del bonus commercianti anche per gli anni 2014 -2016.

Pubblichiamo la lettera degli esodati Indcomm indirizzata al Ministro del lavoro Nunzia Catalfo

Gli esodati Indcomm in crisi 2014/2016 scrivono al Ministro del lavoro Nunzia Catalfo

Gentile Ministro del Lavoro,
  
Siamo gli ESODATI INDCOMM anni 2014/2016 esclusi dall’indennizzo commerciale senza una logica spiegazione.
 
Vista la legge 128/2019 strutturata nel 2019 dal governo Conte, ma in vigore dal 1996 considerando di fatto solo le chiusure del 2019 e Successivamente  si è riconsiderato anche  il biennio 2017/2018 scoperto dall’indennizzo

Allora noi ci chiediamo perché gli anni 2014/2015/2016 non sono stati presi in considerazione?
 
Vero che c”era la possibilità di fare domanda fino al 31 gennaio 2017. Ma è anche vero che molti non lo sapevano ed altri non avevano i requisiti anagrafici.
 
Ciò che chiediamo  gentile Ministro e chi è preposto per decidere delle nostre vite, volete per favore riconsiderare che noi come gli altri abbiamo un diritto acquisito e non né possiamo usufruire?
 
Siamo persone oramai fuori dal mondo del lavoro, abbiamo versato e lavorato come i commercianti degli anni successivi …, perché siamo penalizzati? Non c’è una logica in tutto ciò e né motivazioni.
 
Ill.mo Ministro,pensiamo e soprattutto confidiamo nella professionalità e nella volontà Vostra di non creare altri esodati da accodare alla legge Fornero.
 
 Siamo fiduciosi che il Ministero sappia dare risposte positive e che presto tutto sarà chiarito  a coloro che hanno cessato l’attività in data anteriore al 2017.
Abbiamo sempre versato il contributo richiesto dall’INPS per accedere a tale diritto, e avendo ora raggiunto l’età prevista dai requisiti , chiediamo pari dignità a coloro che hanno cessato l’attività in data successiva al 1.01.2017. 
Cordialmente salutiamo.
 
ESODATI INDCOMM IN CRISI 2014/2016
 
A.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”