Bonus di 515 euro al mese fino ai requisiti per la pensione di vecchiaia, non sempre è possibile

Bonus 515 euro al mese fino alla maturazione dei requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia per coloro che chiudono l’attività commerciale, ecco a chi è destinata.

L’indennizzo commercianti chiamato “bonus di 515 euro” prevede per coloro che chiudono l’esercito di attività di impresa e consegnano la licenza al Comune (rottamazione licenza), possono accedere ad un indennizzo del valore di 515 euro al mese fino al perfezionamento dei requisiti per la pensione di vecchiaia. Questa misura è attualmente in vigore e fa parte del pacchetto pensioni news del 2020, anche se attualmente sembra bloccata per mancanza di fondi. La crisi dell 

Indennizzo commercianti di 515 euro al mese

Dal 1° gennaio 2019 l’indennizzo è divenuto strutturale, questo significa che non deve essere rinnovato ogni anno, ma resta in vigore sempre fino ad esaurimento dei fondi stanziati anno per anno. In poche parole, l’indennizzo viene riconosciuto in base ai fondi secondo l’arrivo delle domande. Terminati i fondi bisogna attendere le disposizioni del Ministero del Lavoro. 

I requisiti richiesti per questa misura sono: 

  • uomini almeno 62 anni di età anagrafica, donne 57 anni;
  • i lavoratori devono essere iscritti, al momento della cessazione dell’attività, da almeno 5 anni, anche non continuativi, alla Gestione dei contributi previdenziale degli esercenti attività commerciali;
  • bisogna aver cessato l’attività commerciale, in via retroattiva dal 2017.

L’Inps con la circolare numero 7 del 24 maggio 2019, specifica nel dettaglio i requisiti e le condizioni, consultare qui: la circolare

Leggi anche: Indennizzo per cessazione attività e pensione: diventa strutturale, come fare domanda

Bonus di 515 euro al mese: attività chiusa nel 2011

Buonasera ho 61 anni ho cessato l’attività commerciale nel 2011 e da allora sono disoccupata, posso usufruire di questo bonus? Grazie

La normativa per l’indennizzo commercianti come sopra evidenziato, attualmente prevede la retroattiva solo per gli anni 2017/2018. Presentato un emendamento per gli anni 2014/2015/2016, al momento è tutto fermo. 

A mio avviso lei non rientra nella possibilità di accedere al indennizzo commercianti, in quanto ha chiuso l’attività nel 2011, circa dieci anni fa. 

Abbiamo fatto chiarezza del perchè non spetta a tutti in quest’articolo: Bonus 515 euro da 57 o 62 anni fino al pensionamento, facciamo chiarezza e perchè non spetta a tutti

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”