Bonus diabete di 517 euro: requisiti e domanda

Bonus diabete di cosa si tratta e quando è possibile fare domanda: chiariamo alcuni aspetti e quali sono i requisiti richiesti.

Il diabete è una patologia invalidante, nel nostro paese sono molte le persone che soffrono di questa patologia e hanno diritto ad agevolazioni e al cosiddetto bonus diabete quando la situazione riveste il grado di handicap grave. Cerchiamo di capire di cosa si tratta e quando è possibile fare domanda, rispondendo ad un nostro lettore.

Bonus diabete o indennità di accompagnamento

Un lettore ci ha scritto: “Bonus diabete – Salve, sono un pensionato e circa tre mesi fa mi è stata riconosciuta l’invalidità  al 75% per diabete, ed anche la legge 104/92 art.1 – comma 3(sono insulino dipendente, ed ho avuto anche il distacco della retina ad un occhio). Volevo solo sapere se ho diritto questo bonus, se sì, come fare domanda all’INPS in quanto già in possesso dell’invalidità, grazie Salvatore”.

Gentilissimo Salvatore,

il bonus diabete o indennità di accompagnamento di 517,84 euro, viene riconosciuta agli aventi diritto e corrisposto per dodici mesi, inoltre è esente da Irpef.

Non tutti possono accedere all’indennità di accompagnamento che prevede una patologia invalidante grave. Nello specifico la legge 104/92, chiarisce che i soggetti diabetici possono accedere alle prestazioni per invalidità inferiore o pari al 41%. Inoltre, ai soggetti diabetici a cui viene riconosciuta l’incapacità alla guida (invalidità ipovisione), possono beneficiare delle detrazioni fiscale per l’acquisto dell’autovettura del 19% e l’IVA agevolata al 4%.

L’indennità di accompagnamento o bonus diabete, viene riconosciuta solo quando subentrano particolare situazioni mediche che impediscono al soggetto richiedente di svolgere atti di vita quotidiana. Questo significa che ha bisogno di un’assistenza continua. 

In base al suo caso, le è stata riconosciuta l’invalidità con l’art. 1 quindi, con una gravità media, l’art. 3 si riferisce all’handicap grave.

Io le consiglio, se ci sono i presupposti di chiedere l’aggravamento della patologia diabetica, unitamente all’indennità di accompagnamento. Si faccia consigliare anche dal suo medico di base che conosce la sua anamnesi e dovrà redigere il certificato medico telematico da inoltrare all’Inps, poi dovrà recarsi ad un patronato e fare domanda di aggravamento inserendo il numero di protocollo del certificato inoltrato dal medico di famiglia In effetti, la procedura è la stessa per il riconoscimento dell’invalidità. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”