Bonus figli: 1 anno di sconto contributivi per ogni figlio sulle pensioni donne

Bonus figli: una proposta per agevolare l’uscita dal mondo del lavoro per le donne, concedendo 1 anno di sconto contributivo per ogni figlio

Oltre alle iniziative già messe in campo dal nuovo governo, sulle pensioni e sulla quota 100 si aggiungono altri suggerimenti, uno di questi è il bonus figli contributivo per le donne e quello per i lavori usuranti. Nello specifico il bonus figli per le pensioni femminili è un bonus che verrebbe corrisposto alle donne che hanno avuto figli, garantendo un anno di sconto contributivo per ogni figlio avuto. È un’iniziativa che è allo studio del governo e con cui si è aperto un dialogo di confronto tra il Governo e le parti sindacali. Il Governo si è reso disponibile al confronto sia sull’ambito del bonus figli, che sull’azzeramento delle finestre di pensionamento per i lavori usuranti.

Bonus figli: pensione anticipata per le donne con lo sconto contributivo

L’idea, come abbiamo detto, è quella di introdurre un bonus figli, quindi anticipare la pensione per le donne sulla base del numero dei figli. Per ora, sembra che si ragioni solo sull’uscita anticipata con quota 100, ma sicuramente si potrebbe allargare l’iniziativa su tutto l’impianto normativo e tutto l’impianto previdenziale, in modo che l’uscita dal mondo del lavoro per le donne che hanno avuto figli sia più flessibile.

Colloquio tra sindacato e Governo

I sindacati hanno stimato che il costo per attuare il bonus figli per un solo anno sarebbe di 500 milioni all’anno, per i lavori gravosi invece sarebbe di 30 milioni ogni anno. Ma per poter valutare realmente l’apertura del Governo su queste proposte pensionistiche, bisognerà attendere il mese di marzo, in cui è previsto un’ulteriore incontro tra sindacati e governo su queste tematiche.

I sindacati sono in attesa per il momento di notizie da parte del Governo al riguardo della decisione di accogliere o meno le modifiche alla Quota 100, anche in relazione ai lavori gravosi ed al Bonus figli per le donne. Ma ci sono anche altre situazioni che i sindacati vogliono proporre, come ad esempio la questione dell’Ape Sociale per cercare di ampliare la platea dei beneficiari.

Molto importanza, comunque ha acquisito il bonus figli contributivo che permetterà alle donne di uscire dal mondo del lavoro ancora più in anticipo. In pratica, nel caso di quota 100, una donna con 2 figli potrebbe vedersi scontare due anni di contribuzione. Quindi, invece di andare in pensione a 38 di contributi e 62 anni di età, potrebbe andare con 36 anni di contributi e sempre con 62 anni di età.

Bonus mamma 2020, bonus asilo e bonus bebè: cosa sono e come funzionano


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.