Bonus  Merito nella busta paga, perché Toccafondi dice no? 

E’ stata avanzata una proposta con cui poter abolire il bonus merito per gli studenti, ma c’è chi dice no ed ha giuste ragioni.

Durante questi  ultimi giorni si è molto parlato, anche in modo insistente, dell’abolizione del Bonus Merito dei docenti per poi utilizzare i fondi per aumentare gli stipendi dei docenti. Detto questo, sempre in questi giorni alla proposta è arrivato subito un primo no da parte di Gabriele Toccafondi già sottotosegretario alla Pubblica Istruzione nei governi di Centrosinistra ed ora membro di Italia Viva. Dunque, è giusto vederci chiaro e capire il perché di questo no da parte di Toccafondi.

Novità per il Bonus Merito nella busta pagaBonus, perché no?

Secondo quello che pensa Gabriele Toccafondi il fondo per il merito di 200 milioni, che era stato creato nella riforma della scuola deve essere non solo cambiato, ma soprattutto migliorato.

Ne deve essere modificata soprattutto nella commissione che ne decide la ripartizione, ma non è da eliminare.

Sempre per Toccafondi non sarebbe giusto eliminare il Bonus Merito per diversi motivi.

Il primo è di tipo Culturale: per Toccafondi chi frequenta una scuola vede che i docenti non sono uguali.

Magari ci sono quelli che al suono della campanella sono pronti ad uscire e quelli che chiudono la scuola a sera tardi, oppure c’è chi fa la lezione e chi anche sportelli, progetti, iniziative, alternanza, visite.

Insomma, ci sono docenti e docenti, c’è chi fa questo lavoro per passione e chi non ce ne mette abbastanza.

E’ giusto, quindi chiedersi se tutti i docenti, da quello svogliato a quello attivo al 100%, debbano ricevere la stessa cifra?

Il secondo motivo è, invece, di tipo “pratico”: 1 milione di docenti senza il “bonus merito” che adesso dopo i tagli degli ultimi mesi è di circa 150 milioni, si troverebbe in busta paga i soldi per un caffè alla settimana.

Una cifra così misera che risulterebbe offensiva per la professionalità e l’impegno di molti nostri docenti.

Quindi ci sono tutte le carte in regola per far si che la proposta avanzata per abolire il Bonus Merito  naufraghi ancora prima di essere discussa e analizzata.

Ma non possiamo esserne certi.

Leggi anche: Il Bonus Carta Docenti spetta anche agli educatori?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.