Bonus partita Iva: raffica di incentivi e contributi a fondo perduto, pubblicata la Gazzetta Ufficiale e chiarimenti AdE

Raffica di bonus partita Iva e imprese di varie categorie con incentivi, sconti fiscale e contributo a fondo perduto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto e le ultime novità con la circolare dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus partita Iva, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale S.O. numero 25/L del 18 luglio 2020 la legge di conversione del decreto Rilancio con una raffica di aiuti a favore delle imprese colpite dalla pandemia Covid-19. Analizziamo in breve tutte le agevolazioni proposte a carico del Fisco e anche alcuni chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sul Fondo perduto.

Bonus partita Iva: incentivi e contributi a fondo perduto

Credito d’imposta del 30%: sarà riconosciuto un credito d’imposta del 30 per cento sulle rimanenze di magazzino alle aziende operanti nel settore moda, tessile, calzatura e pelletteria. 

Contributi a fondo perduto: sono riconosciuti contributi a fondo perduto a favore di imprese che operano nel settore intrattenimento e ricreativo che nell’anno 2020 organizzano cerimonie ed eventi. 

Sul contributo a fondo perduto la circolare di ieri dell’Agenzia delle Entrate numero 22/E, ha chiarito che per il contributo a fondo perduto valgono anche le fatture emesse per operazioni fuori campo Iva, purché i ricavi e i compensi siano certificati. Se il fatturato è stato zero nei due mesi di riferimento, il contributo non spetta. Sono esclusi dal contributo gli studi associati iscritti alle Casse previdenziali e anche i consorzi  e le società in liquidazione entro il 31 gennaio 2020. 

La circolare è ampia e riporta una serie di risposte ai tanti dubbi dei contribuenti e dei professionisti in merito al calcolo del contributo a fondo perduto. Possono accedere ai contributi a fondo perduto anche gli eredi. 

Puoi consultare e scaricare qui la circolare: Circolare n. 22E del 21.07.2020

Bonus fiscale: per la mancata partecipazione a fiere sarà riconosciuto un bonus fiscale. 

Finanziamento fino a 25 anni: si potranno rinegoziare i finanziamenti agevolati del finanziamento bancario e del Fondo rotativo fino a venticinque anni. 

Imprese agricole:  le imprese agricole, della pesca e agrituristiche, sono esonerati dal versamento dei contributi assistenziali e previdenziali per il periodo intercorrente dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020, inoltre, contributi a fondo perduto per le aziende che operano innovazioni nel comparto fino a 100mila euro.

I consorzi e le cooperative agricole possono rivalutare i beni di impresa e partecipazione delle perdite accumulate nei periodi precedenti portate in diminuzione del reddito, senza assolvere alle imposte sostitutive, il limite è del 70 per cento del loro ammontare. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”