Bonus PC e Internet: 500 euro con Isee, 200 euro per tutte le famiglie

Arriva il bonus PC e internet: 500 euro per le famiglie a basso reddito, 200 euro per tutte le famiglie. Vediamo come funziona il nuovo voucher.

Il via libera al bonus PC e internet viene direttamente dall’Unione Europea per contribuire a colmare il divario digitale che si è evidenziato in Italia proprio nel periodo del Lockdown.

Molte le famiglie che non hanno potuto supportare i propri figli durante la didattica a distanza o per la mancanza di un Pc o tablet o per la mancanza di una connessione internet. Visto che la didattica a distanza potrebbe essere presente anche all’inizio del nuovo anno scolastico in accompagnamento alla didattica in presenza (e in modo più massiccio in caso di nuove chiusure) si è deciso di incentivare quella che è stata definita la rivoluzione digitale.

Bonus PC e Internet

Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo Economico, ha firmato proprio in questi giorni i decreti per lo stanziamento delle risorse per il Piano Scuola e il Piano Vocher. E il Bonus Pc e Internet rientra negli stanziamenti prevedendo voucher fino a 500 euro per le famiglie con basso Isee.

Il Bonus in questione sarà erogato a titolo di rimborso, fino a 500 euro a famiglia, per acquisto di PC o tablet. Per la prima tranche del bonus già i primi fondi saranno disponibili da settembre, proprio in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico.

Il bonus da 500 euro sarà corrisposto, però, solo alle famiglia a basso reddito che hanno un’ISEE sotto i 20mila euro.

E’ previsto, poi, un secondo bonus da destinare a tutte le famiglia, senza limiti di ISEE: si tratta di una somma, sempre erogata tramite voucher, di 200 euro a titolo di contributo per la connessione Internet.

Entrambi i bonus saranno erogati, come già accaduto per il bonus vacanza e per il bonus bici, attraverso una piattaforma dove inserire i propri dati per richiedere l’agevolazione.

Il bonus Internet potrà essere richiesto anche dalla aziende con contributi più alti: si parla di 500 euro per aziende che hanno connettività fino a 30 Mbps e fino a 2000 euro per aziende con connettività dino a 1 Gbits (quindi per quelle che scelgono la fibra ottica).

Paola Pisano, ministro per l’Innovazione e la Digitalizzazione, ha dichiarato che questo è solo un primo passo delle misura di sostegno per le famiglie e le aziende volto a promuovere la domanda di servizi di connettività in tutto il Paese.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.