Bonus ristrutturazione 2020: cosa prevede e a chi spetta, ecco le novità

Bonus ristrutturazione 2020: con la nuova Legge di Bilancio è stata approvata la proroga delle detrazioni Irpef sulle ristrutturazioni, ecco le novità

La legge di bilancio 2020 riconferma i bonus casa per un altro anno, concedendo ai cittadini la possibilità di rinnovare casa, effettuare interventi di riqualificazione energetica a un costo sostenibile. I bonus, per ora, riconfermati sono: il bonus ristrutturazione, l’ecobonus, il sismabonus. Non ci sono particolari cambiamenti previsti dalla legge di bilancio sui lavori ammessi e i limiti per accedere al bonus ristrutturazione. È stato introdotto, come novità, il bonus facciate che riguarda la restaurazione delle facciate degli edifici escluso gli hotel. Comunque fino alla definitiva approvazione della legge di bilancio, sono sempre possibili delle modifiche.

Bonus ristrutturazione: cosa prevede

Il bonus ristrutturazione, per ora, prevede un rimborso del 50% sulla spesa sostenuta dal contribuente per i lavori eseguiti che non devono superare i 96.000 euro per immobile o per lavori eseguiti in parti comuni di condominio. Le detrazioni possono essere richieste per lavori eseguiti entro il 31 dicembre 2020. Il bonus viene erogato in 10 rate annue di pari importo. Le agevolazioni riguardano sia lavori di ordinaria che di straordinaria manutenzione nella misura, per entrambi, del 50% della spesa sostenuta.

Bonus casa: risparmiare soldi con le agevolazioni, ecco come

È stato prorogato anche per il 2020 il bonus mobili, direttamente collegato al bonus ristrutturazione. Il bonus mobili prevede un rimborso del 50% sull’acquisto di arredi e di grandi elettrodomestici, con un massimo di spesa di 10.000 euro. La detrazione viene sempre rimborsata tramite 10 rate annuali di pari importo.

Bonus mobili 2020: come fare richiesta e le novità

Bonus facciate: la novità

La novità della nuova legge di bilancio è il bonus facciate che consente di ottenere una detrazione Irpef del 90% sulle spese per la restaurazione delle facciate degli edifici. Per ora non c’è nessun limite di spesa stabilito e neanche un tetto massimo di reddito per richiedere il bonus.

Il bonus facciate darà la possibilità di rinnovare l’aspetto delle città Italiane, restituendo più decoro. Il bonus facciate può essere applicato anche su lavori di ordinaria manutenzione come: intonacatura, verniciatura e rifacimento delle ringhiere, balconi e marmi.

Legge di Bilancio 2020: proroghe 2020 e bonus facciata, le novità

Bonus ristrutturazione: chi lo può richiedere

I soggetti che possono far richiesta del bonus ristrutturazione sono coloro che pagano le imposte sui redditi, sono residenti in Italia o all’estero. Inoltre non solo il proprietario dell’immobile può far richiesta del bonus ma anche altri soggetti, ossia:

  • proprietari o nudo proprietario;
  • usufruttuari e locatari;
  • soci di cooperative o imprenditori individuali (immobile non bene strumentale o merce);
  • soggetti che producono redditi in forma associata come società semplici;
  • familiare o convivente del proprietario o detentore dell’immobile;
  • l’acquirente di un immobile se è stato già registrato il compromesso.

Detrazioni ristrutturazioni come effettuare il pagamento

Per ottenere le detrazioni Irpef bisogna pagare i lavori tramite strumenti tracciabili, ossia bonifici bancari o postali indicando espressamente:

  • la causale del versamento, in base all’articolo 16-bis del Dpr 917/1986;
  • il C.F. del beneficiario della detrazione;
  • P. Iva (o il C.F.) del soggetto beneficiario del bonifico.

Il pagamento può essere effettuato, inoltre, con carta di credito intestata al contribuente che fa richiesta del bonus o  tramite finanziamento. I lavori di ristrutturazione per ottenere il bonus non possono essere pagati con assegni o contanti.

È necessario conservare i documenti che attestino il pagamento e le fatture relativi ai lavori eseguiti.

Bonus caldaia 2020: sconti fino al 65%, ecco come ottenerli


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.