Bonus TARI 2020: ecco chi potrà accedere allo sconto sulla tassa rifiuti

Non tutti (forse) sanno che è possibile richiedere uno sconto sul pagamento della tassa sui rifiuti presentando il modello ISEE 2020.

La TARI rientra a pieni voti nell’elenco delle tasse più odiate dagli italiani, seppur in tanti abbiamo sperato che insieme al bollo auto venisse abolita, purtroppo non è accaduto. Di conseguenza, la tassa sui rifiuti (TARI) che viene pagata per sostenere i costi destinati al servizio di raccolta, nonché, per l’eliminazione dei rifiuti di ogni singolo Comune, va versata regolarmente.

A tal fine, rammentiamo, che come stabilito dall’articolo 57 bis del Decreto Fiscale 2020, collegato alla Legge di Bilancio 2020, i cittadini che versano in ristrettezza economica possono usufruire delle agevolazioni previste dal bonus sociale, e quindi, richiedere il bonus Tari. In sostanza, lo sconto sulla tassa è riservato alle famiglie con redditi che sfiorano lo stato di povertà, tali da rientrare a pieno titolo nell’agevolazione previste dai bonus sociali, che si estende anche alla tassa sui rifiuti. Pertanto tale sconto che porta in diminuzione la bolletta, viene misurato attraverso l’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

Bonus Tari: come ottenere lo sconto?

Sostanzialmente, come abbiamo detto, possono accedere allo sconto tutti coloro che usufruiscono dei bonus sociali, come appunto luce, gas, acqua e così via. La domanda per l’assegnazione del Bonus TARI congiuntamente al modello ISEE 2020, dovrebbe seguire l’iter dei bonus sociali. Per maggiori informazioni bisognerà attendere i criteri informativi. Allo stato attuale, sappiamo che per accedere allo sconto sulla bolletta della tassa sui rifiuti è necessario che il reddito ISEE rientri in una delle seguenti fasce, quali:

  • 8.265 euro limite reddito Isee per nucleo familiare standard;
  • è prevista una soglia reddituale che non superi i 20mila euro, nel caso in cui il nucleo familiare sia composto da circa 4 figli a carico;
  • percettori del Reddito di cittadinanza;
  •  titolari della Pensione di cittadinanza.

Inoltre, il bonus sulla tassa sui rifiuti viene riservato solo alle famiglie o ai soggetti titolari di un’utenza domiciliare. Sono esclusi dallo sconto i professionisti, gli imprenditori e gli artigiani.

Quali sono i criteri per richiedere lo sconto sulla tassa dei rifiuti?

Al momento, non sono presenti chiarimenti sui criteri informativi su cui verterà il bonus TARI, in quanto, nel merito dei dettagli, occorrerà attendere il decreto attuativo che dovrebbe fare il suo ingresso entro il 23 aprile 2020. In sostanza, bisognerà aspettare, il provvedimento del Presidente del Consiglio, che chiarisca le norme principali per l’accesso al bonus.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein