Bonus televisore 2019: una tv nuova in vista dell’addio al digitale terrestre

In vista dell’arrivo del nuovo digitale terrestre, il Governo mette a disposizione dal prossimo anno un bonus per acquistare un nuovo televisore.

In vista dell’arrivo del nuovo digitale terrestre, il Governo mette a disposizione dal prossimo anno un bonus per acquistare un nuovo televisore.

Bonus televisore 2019

L’avvento del nuovo digitale terrestre si avvicina e, nonostante sia previsto per il 1° luglio del 2022, il bonus per l’acquisto di un nuovo televisore sarà rilasciato già dal 2019.

Dal prossimo anno, infatti, le famiglie italiane meno abbienti avranno la possibilità di usufruire di un bonus per acquistare una nuova tv o un nuovo decoder. Tutto ciò sarà fondamentale in vista dello switch off, ovvero il passaggio al nuovo digitale terrestre, che segnerà l’arrivo di una nuova era tecnologica.

In primis, questo cambiamento soddisferà ciò che è stato richiesto dalla Commissione europea: liberare la banda 700, utilizzata al momento dalle emittenti tv, per destinarla alle telecomunicazioni mobili 4G e 5G. Inoltre, il nuovo digitale terrestre consentirà agli italiani di vedere i propri programmi, serie tv e film preferiti in una qualità migliore di quella attuale.

Addio digitale terrestre

Bonus televisore 2019: una tv nuova in vista dell'addio al digitale terrestre

Tra qualche anno il digitale terrestre sarà sostituito dalla tecnologia Dvb-T2, un’estensione dello standard di trasmissione digitale Dvb-T. Quest’ultimo è attualmente in uso per la trasmissione in chiaro dei canali televisivi, il cui segnale viaggia sulla cosiddetta banda 700, che comprende le frequenze tra i 694 e i 790 megahertz.

Tali frequenze sono capaci di raggiungere facilmente i luoghi chiusi e, per questo motivo, sulla base della richiesta della Commissione Europea, saranno lasciate libere per permettere lo sviluppo delle reti 4G e 5G. La conseguenza a questo cambiamento sarà inevitabilmente un rinnovamento tecnologico: gli italiani si troveranno da qui a poco a dover cambiare i propri televisori e decoder con altri di nuova generazione.

Dal 1° luglio del 2022, infatti, sarà necessario disporre di nuovi televisori per poter vedere tutti i canali. Oltre ad una nuova tv, bisognerà munirsi di:

  • un nuovo apparecchio Dvb-T2;
  • codec Hevc (“High efficency video coding”, ovvero codice video di alta efficienza). Questo sostituirà gli attuali standard Mpeg2 ed Mpeg4 e garantirà un’elevata qualità delle immagini video.

Non tutti, però, saranno obbligati ad affrontare queste spese: chi ha acquistato un televisore nel 2017 non dovrà preoccuparsi. Il Governo, infatti, aveva stabilito con una legge che da gennaio del 2017 in poi fossero vendute soltanto tv di nuova generazione, contenenti sia il Dvb-T2 che l’Hevc.

A chi spetta il bonus?

Fino al 2022, quindi, non c’è molto di cui preoccuparsi. Questa è, infatti, la data ufficiale dello switch-off. Inizialmente, la Commissione europea aveva stabilito che il cambiamento definitivo avvenisse dal 2020 in poi. Successivamente, ha concesso due anni di proroga, ma attenzione, perché alcune emittenti si sposteranno già dal prossimo anno.

Per questo motivo, gli europei vivranno una fase di transizione (fino al 2022) in cui avranno la possibilità di adeguarsi ai nuovi tempi. Difatti, il Governo italiano ha deciso di mettere a disposizione delle famiglie più bisognose un’agevolazione che permetta loro di acquistare un nuovo televisore.

Per il momento, non tutte le famiglie italiane avranno diritto al bonus: questo sarà riservato inizialmente a chi è esonerato dal pagamento del canone tv. Nonostante sia una bella iniziativa, purtroppo si parla di cifre piuttosto basse. L’importo del bonus si aggirerà, a quanto pare, intorno ai 25 euro a famiglia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.