Bonus TV e decoder: dal 18 dicembre 2019 parte l’incentivo, ecco come richiederlo

Bonus TV e decoder: parte l’incentivo per l’acquisto di TV e decoder per la recezione della nuova tecnologia Dvb-T2, ecco come richiederlo

Sarà attivo il bonus TV e decoder dal 18 dicembre 2019, questo è un contributo per acquistare una TV o un decoder che sono in grado di ricevere la nuova tecnologia Dvb-T2. Non tutti potranno beneficiare di questo contributo in quanto un requisito fondamentale è la soglia di Isee stabilita a 20 mila euro.

Contributi per l’acquisto Tv di ultima generazione

È stato pubblicato il 18 novembre sulla Gazzetta Ufficiale n. 270 il decreto che stabilisce il contributo per l’acquisto di Tv o di un decoder che sia capace di ricevere il nuovo segnale Dvb-T2. Quindi si passerà ad una nuova tecnologia che solo apparecchi di nuova generazione sapranno captare. Per questo, già dall’anno prossimo, molte famiglie dovranno cambiare la propria TV o adattarla con un decoder. Sono stati previsti degli incentivi economici, che consistono in un buono sconto di 50 euro per l’acquisto di questi nuovi apparecchi. Il bonus di 50 euro può essere richiesto da famiglie con un reddito Isee inferiore a 20 mila euro.

Sconto per l’acquisto della tv o del decoder

Come abbiamo detto lo sconto previsto è nella misura massima di 50 euro a famiglia che ha un Isee inferiore a 20 mila euro. Questo sconto sarà inferiore se si acquista un apparecchio con un costo inferiore a 50 euro. Lo si può chiedere direttamente al commerciante al momento dell’acquisto e si applica sull’intero importo compreso di IVA. Tale misura è volta al sostegno di quelle famiglie che si trovano in difficoltà economiche, ma devono ugualmente sostenere una spesa per poter usufruire del servizio televisivo.

Bonus TV: come richiederlo

Per ottenere lo sconto di 50 euro sull’acquisto di una TV o di un decoder, la famiglia interessata dovrà scaricare dal sito del Ministero dello Sviluppo, un apposito modulo da compilare e consegnare al commerciate. Quest’ultimo a sua volta al momento della vendita dovrà inserire i dati del modulo sul sito dell’Agenzia dell’Entrate e i dati dell’apparecchio che si sta vendendo, per ottenere l’ok della concessione del bonus. Il commerciante recupererà i soldi del bonus sotto forma di credito di imposta.

Data di partenza del bonus TV

Il bonus sarà attivo dal 18 dicembre 2019 fino a dicembre 2022. Con l’ultima legge di bilancio il governo ha stanziato per il bonus TV ben 151 mila miliardi di euro, così distribuiti:

  • 25 milioni per il 2019;
  • 75 milioni per il 2020;
  • 25 milioni per il 2021 e il 2022.

Ma è molto probabile che con le prossime leggi di bilancio queste cifre potranno aumentare. Il passaggio definitivo alla nuova tecnologia si concluderà per il 30 giugno 2022, ma lo switch off avverrà gradualmente iniziando dal 2020.

Come verificare che il proprio apparecchio è idoneo

Per chi ha acquistato un apparecchio dal 2017 in poi, è molto probabile che è già in possesso di una TV di ultima generazione, in quanto i commercianti sono stati obbligati a vendere tali apparecchi proprio a partire da questa data. Si conteggia che dal 2017 in poi sono stati venduti più di 10 milioni di apparecchi ma tanti altri si dovranno vendere ancora.

Alcune emittenti televisive, per dare la possibilità di capire se si è in possesso di una TV che è capace di captare il nuovo segnale vogliono mettere in onda due canali test, il 100 e il 200.

Trasmissione satellitare, l’alternativa

Un’alternativa all’acquisto di una nuova TV o un decoder è quella di utilizzare le trasmissioni satellitare gratuite. Ma facciamo presente che per ricevere le trasmissioni satellitare c’è sempre bisogno di un decoder, TivùSat, che ha un costo di 120 euro. Il bonus Tv può essere utilizzato anche per l’acquisto di questo tipo di decoder.

Bonus mamma domani 2020: ecco cosa prevede la manovra

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.