Bonus vacanza da 150 a 500 euro: a chi spetta?

Gli italiani andranno in vacanza: è questa la promessa di Giuseppe Conte che col bonus vacanze vuole rilanciare il settore del turismo italiano.

In questo preciso momento, o meglio, in questo preciso periodo, l’anno scorso  stavamo pensando o addirittura prenotando dove trascorrere le nostre vacanze estive. E invece quest’anno eccoci qua ancora incerti e spaesati sull’argomento. Dall’altro canto, si sa, le vacanze non sono solo relax e divertimento: per chi è dall’altra parte è lavoro, un lavoro che ha sulle spalle la vita di intere famiglie, progetti e ambizioni personali o lavorative che siano. Col Coronavirus le vacanze di quest’anno sono al rischio, diciamoci la verità, ma dall’altra parte il Governo ha pensato anche a questo col bonus vacanze. Vediamo di cosa si tratta nello specifico e cerchiamo di fare chiarezza al riguardo.

A chi spetta il bonus vacanze?

Nonostante non tutti gli italiani siano dell’umore giusto per andare in vacanza per i motivi più disparati, il Governo ha pensato anche alle vacanze preferendo che tutti gli italiani le facciano nella bella penisola.

Non è ancora chiara la struttura e la funzionalità concreta di tali bonus vacanze, e per questo è chiaro che bisognerà aspettare, ma cerchiamo comunque di capire le linee guida di tale progetto.

Nonostante si stia ancora decidendo la somma vera e propria, il bonus vacanze spetta a tutte le famiglie con un reddito Isee al di sotto di 40 o 50 mila euro, anche se la bozza parla di 35 mila euro.

Il bonus dovrà essere speso in alberghi e strutture ma non sappiamo ancora effettivamente come.

Ma parliamo adesso di somme: 150 euro sono previsti per i single, mentre 500 euro per una famiglia.

Tali somme possono essere utilizzate a partire dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2020, da un solo membro della famiglia.

Per quanto riguarda le famiglie composte solamente dalle coppie, a questi spetterebbero 300 euro.

Ma anche tale argomento è da modificare ancora.

Passiamo adesso  come dovrà essere utilizzato simile bonus vacanze.

Il 90% della somma di cui si ha a disposzione verrà utilizzata sottoforma di sconto sul corrispettivo dovuto, mentre il restante 10% si presenterà sottoforma di detrazione di imposta.

Attendiamo nei prossimi giorni ulteriori chiarimenti e novità.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.