Bonus 150 euro disoccupati, a chi spetta il pagamento di febbraio

-
20/01/2023

Bonus 150 euro disoccupati, a chi spetta il pagamento di febbraio

Bonus 150 euro disoccupati, a chi spetta il pagamento di febbraio in arrivo per tutti coloro che si trovano non occupati. Ci sono delle novità in merito ai requisiti d’accesso: c’è una categoria che ora potrà beneficiare del bonus 150 euro.

Bonus 150 euro disoccupati, a chi spetta il pagamento di febbraio

La novità per febbraio è l’arrivo del bonus 150 euro, l’indennità una tantum introdotta dal decreto Aiuti ter del governo Draghi, non solo ai titolari della disoccupazione Naspi, ma anche a chi è senza. E questo vale anche per chi ha la DIS-COLL, la disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi. Chi ha o non ha questi sussidi potrà richiedere il bonus.

Come previsto dalla circolare numero 127 dell’Inps del 16 novembre 2022:

“l’unica condizione di accesso all’indennità una tantum è la titolarità nel mese di novembre 2022 di una delle richiamate prestazioni a sostegno del reddito.

Si dovrà avere avuto la NASPI o la DISCOLL a novembre 2022, ma in caso di successiva scadenza si potrà comunque avere diritto al bonus 150 euro disoccupati.

Bonus 150 euro disoccupati, come fare domanda per il bonus

Il pagamento del bonus 150 euro di febbraio verrà accreditato ai disoccupati d’ufficio, quindi senza fare domanda. Ma questo non è previsto per tutti i richiedenti.

Di seguito la lista di tutti coloro che dovranno fare domanda tramite portale INPS entro e non oltre il 31 gennaio 2023:

  • collaboratori coordinati e continuativi,
  • dottorandi e assegnisti di ricerca,
  • lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti,
  • lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo.

Tutti gli altri che hanno avuto la titolarità di NASPI, DIS-COLL o anche la disoccupazione agricola 2021 e la mobilità in deroga nel mese di novembre 2022 potranno avere d’ufficio il bonus 150 euro.


Leggi anche: Concorsi pubblici 2023, 40.000 assunzioni per Trenitalia: come essere assunti, quanto si guadagna, che diploma serve, quando scade

Inoltre, coloro che hanno già beneficiato delle indennità Covid-19, i lavoratori autonomi occasionali e gli incaricati di vendite a domicilio potranno beneficiare del bonus 150 euro anche se già beneficiari del bonus 200 euro.

Quando arriva il bonus 150 euro disoccupati

Il bonus 150 euro disoccupati ha come calendario dei pagamenti il mese di febbraio 2023, e sarà erogato in due tempi.

Diversamente, pensionati o titolari del reddito di cittadinanza hanno già avuto il bonus 150 euro nel mese di novembre 2022, senza la necessità di presentare domanda all’Inps per ottenerlo.

Potranno ancora riceverlo a febbraio anche chi presenterà la domanda entro la data di scadenza, il 31 gennaio 2023.

Ricordiamo che per accedere al portale INPS bisognerà avere a disposizione uno dei seguenti strumenti di identificazione digitale: SPID, CIE, CNS.

In caso di esito positivo, il bonus 150 euro verrà accreditato sul numero di conto corrente indicato nella domanda di Naspi presentata all’INS per la prima richiesta di indennità di disoccupazione.

Bonus 200 e 150 euro, come avere l’integrazione

Non tutti potranno beneficiare del doppio bonus da 200 e 150 euro, solo alcune categorie ne hanno diritto.

Già erogato a novembre 2022 senza fare domanda ai soggetti residenti in Italia e titolari all’1 ottobre di uno o più trattamenti pensionistici (pensione o assegno sociale, pensione o assegno per invalidi civili, accompagnamento alla pensione…), è possibile avere l’integrazione anche come lavoratore dipendente, se con reddito inferiore a 20.000 euro e tramite compilazione di un’autodichiarazione specifica.

Potranno a sua volta beneficiarlo i disoccupati con NASPI o DIS-COLL (se avuta a novembre 2022), i titolari dell’indennità di disoccupazione agricola di competenza 2021, i lavoratori autonomi occasionali e i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio già beneficiari del bonus 200 euro.