Ecobonus 2023, aggiornamento in arrivo da ENEA: cosa succede

-
13/01/2023

Ecobonus 2023, aggiornamento in arrivo da ENEA: cosa succede

L’ENEA sta avviando una serie di aggiornamenti importanti per quando riguarda l’Ecobonus 2023, l’incentivo previsto per tutti coloro che stanno attuando una serie di lavori per la propria casa.

Il servizio permetterà di agevolare e migliorare la registrazione e l’invio della documentazione richiesta per accedere a queste detrazioni fiscali, a patto di rientrare nei requisiti previsti, pena l’esclusione dal bonus.

Ecobonus 2023, aggiornamento in arrivo da ENEA: cosa succede

Come molti altri bonus per la riqualificazione energetica, anche l’Ecobonus 2023, col suo rinnovo, non è rimasto esente da novità e aggiornamenti vari.

In questi giorni il portale dell’ente ENEA sta provvedendo all’aggiornamento per la comunicazione degli interventi di riqualificazione energetica. Questo riguarderà sia l’Ecobonus 2023, sia altri crediti fiscali, come il Bonus casa e il Super Ecobonus 110%.

Si trattano sempre di due incentivi che permettono di usufruire di alcuni benefit fiscali a seconda del tipo di bonus richiesto. Per ognuno è prevista una specifica scadenza e documentazione da riportare in via telematica, e l’aggiornamento di ENEA potrebbe rimettere in ordine una serie di novità non riportate negli ultimi mesi.

Gli aggiornamenti previsti per Ecobonus 2023 e altri crediti d’imposta

L’aggiornamento alla piattaforma dell’ENEA sarà disponibile entro la fine di gennaio, ma già si può presumere i dati che verranno riportati dal sito per i vari bonus Casa, Ecobonus 2023 e Super Ecobonus 110%.

Nel caso del bonus Casa, con l’aggiornamento del portale ENEA si potrà caricare, modificare e consultare le schede descrittive, ma solo in relazione a tutti gli interventi che riguardino l’efficienza energetica e utilizzo delle fonti rinnovabili di energia.

Mentre per l’Ecobonus si potrà procedere al caricamento, alla modifica e alla consultazione delle schede per tutti i “sotto-bonus” relativi all’efficientamento energetico, quali il credito d’imposta al 50% (85% se per condomini) e il Bonus facciate (60-90% a seconda dell’anno dei lavori).

Per quanto riguarda il Super Ecobonus 110%, oltre al caricamento e alla modifica, si potrà procedere alla consultazione delle asseverazioni e delle schede su tutti i lavori che rientrano nella super-detrazione del 110%.


Leggi anche: Modello 730 2023, nuove istruzioni Agenzia Entrate: cos’è, precompilato, scadenza

Leggi anche: Bonus infissi 2022 anche senza ristrutturazione: sconto e scadenza

Nessuna deroga prevista da parte di ENEA

Nonostante l’aggiornamento in corso del portale, ENEA non ha voluto disporre di ulteriore deroghe per i vari bonus.

Nel caso di ritardo od omissione della comunicazione, se si sta richiedendo il Bonus Casa si potrà ancora avere diritto alle detrazioni (50%), anche se la comunicazione è necessaria per monitorare e valutare il risparmio energetico attuato con gli interventi (risoluzione n. 46/2019 , circolare dell’8 luglio 2020, n. 19/E, Agenzia delle Entrate).

Diverso è nel caso di Ecobonus 2023 e Super Ecobonus. Per questi due crediti d’imposta, “il riconoscimento dell’agevolazione oltre i confini tracciati dalle norme costituirebbe una illegittima deroga ai principi di certezza giuridica” (Corte di Cassazione del 21 novembre 2022, n. 34151.

In poche parole, nessuna deroga è prevista per questi ultimi due bonus. In tal caso, ne consegue l’immediata perdita delle agevolazioni.

Leggi anche: Bonus edilizi, SOA obbligatoria dal 2023: cos’è e come funziona

Le scadenze dei vari bonus per l’efficientamento energetico

Per evitare il peggio, ricordiamo le eventuali scadenze previste per questi bonus, Ecobonus 2023 compreso. Anche se la piattaforma dell’ente è ancora in corso di aggiornamento, le pratiche dovranno avere una data di fine lavori “a partire dal 1° gennaio 2023“.

L’asseverazione relativa al miglioramento energetico disposta dai lavori dovrà essere inviata entro 90 giorni dalla fine dei lavori o dallo stato di avanzamento, e sempre per via telematica al sito detrazionifiscali.enea.it.

Ricordiamo che, se il sito sarà disponibile entro la fine del mese di gennaio, lo scatto dei 90 giorni sarà dalla data di messa on-line del sito aggiornato. A conti fatti, la data di scadenza sarà entro e non oltre fine aprile 2023.

Leggi anche: Ecobonus auto e moto 2023: tornano gli incentivi


Potrebbe interessarti: Assistenza alle persone con gravi disabilità, al via le nuove risorse per coloro privi del sostegno familiare: Fondo Dopo di Noi 2023, decreto, regioni e quali sono i servizi