Bridgestone ha fornito gomme speciali per la Fiat 500 elettrica

La nuova Fiat 500 elettrica dispone di gomme Bridgestone dal diametro più ampio rispetto a quelle usate dalle auto a combustione

Alcune settimane fa vi abbiamo parlato di pneumatici per auto elettriche Si tratta di pneumatici con qualità speciali per ottenere le migliori prestazioni ed efficienza. Questi differiscono dai pneumatici utilizzati nei modelli a combustione con diametro maggiore e battistrada più stretto, ma devono soddisfare requisiti più tecnici. Bridgestone è uno dei leader di mercato in questo campo, fornendo le gomme per la nuova ID.3 e ora anche per l’ edizione speciale “La Prima” della nuova FIAT 500 Electric appena messa in vendita, assemblando una versione speciale di Turanza Eco. L’azienda confronta i pneumatici per auto elettriche con quelli montati su auto sportive ad alte prestazioni.

Bridgestone ha fornito gomme speciali per la Fiat 500 elettrica

Il diametro maggiore ha a che fare con il peso maggiore che devono sopportare a causa della batteria, che abbassa anche il baricentro, mentre il battistrada stretto ha due ragioni: da un lato, una sezione del battistrada inferiore, anche la superficie di attrito è più piccola, il che aumenta l’autonomia e riduce il consumo di energia. D’altra parte, il posizionamento della batteria tra i due assi o, nel peggiore dei casi, sotto i sedili posteriori, impedisce anche una maggiore larghezza dello pneumatico e un cerchio più grande.

Bridgestone è a favore dei veicoli a combustione e di quelli di altre forme di mobilità sostenibile che utilizzano anche questo tipo di pneumatici, riducendo così le emissioni, tra gli altri fattori, essendo le mescole dei pneumatici e le soluzioni tecniche o aerodinamiche che aiutano ad aumentare la livelli di efficienza. E nel caso della Fiat 500 electric, che è già in vendita ed è diventato il modello più efficiente della gamma, il fornitore si è impegnato a rispettare le specifiche tecniche del telaio, anche riducendo il peso individuale di ogni pneumatico del 20 per cento grazie a un nuovo processo di produzione, il che significa ridurre le perdite di energia accelerando o decelerando.

Ti potrebbe interessare: Fiat 500 elettrica: dal 27 aprile si torna al lavoro per la sua produzione


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp