Buche stradali cosa fare? quando e come spetta il risarcimento

Buche stradali: un’insidia stradale a cui si può  spesso  incappare anche in questo periodo di ferie. Cosa fare per avere un risarcimento?

Buche stradali: un’insidia stradale a cui si può  spesso  incappare anche in questo periodo di ferie. Cosa fare?

Cosa dice la regola?

La regola base recita che le buche stradali danno origine al risarcimento se il custode non le ripara, non le segnala o se non sono visibili né evitabili dall’utente della strada.

Secondo le ultimi indicazioni della giurisprudenza e della Cassazione il risarcimento del danno provocato da danni  riconducibili alla presenza di buche stradali,  è dovuto solo se tale dissesto non è stato adeguatamente segnalato o se l’utente non lo poteva evitare o avvistare in alcun modo. Di contro, nessun risarcimento è dovuto se il custode prova il caso fortuito, o anche la condotta imprudente dell’utente della strada.

Negli ultimi tempi, infatti,  diverse sentenze hanno escluso o riconosciuto la responsabilità dell’ente gestore della strada a seconda del grado di responsabilità  dell’utente.

Casi di esclusione

Camminare senza guardare per terra perché distratti dalla compagnia,  può escludere dal risarcimento del danno. Così come cadere vicino casa, perché i luoghi sono conosciuti e la distrazione non perdona. Ma anche l’età e l’agilità possono escludere il risarcimento perché avrebbero potuto evitare la caduta.

L’ente la passa liscia anche se per esempio la buca si

è formata a causa di un evento atmosferico improvviso o per la caduta repentina di un masso.

Casi di responsabilità dell’ente gestore

L’ente  ne risponde se vi sono invece degli avvallamenti prevedibili causati da usura o dissesto e non segnalati. In questi casi solo la negligenza del pedone può salvare l’ente gestore.

Cosa fare in caso di incontro ravvicinato con un buca?

E’ necessario  dimostrare con assoluta certezza la presenza della buca e che la caduta sia stata provocata da essa. Deve essere trascritto anche nel referto del Pronto Soccorso. Occorre inoltre produrre documentazione fotografica con data certa e testimonianze.

Curiosità

Noi spesso lamentiamo che le nostre strade sembrano groviera ma in India pare stiano messi molto peggio dell’Italia.  Le buche pare abbiamo provocato la morte di quasi 10 indiani al giorno lo scorso anno.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Mariangela Palmisano

Guida ed accompagnatrice turistica. Giornalista pubblicista da luglio 2016. Mamma di 3 figli (Cosimo, Anna e Francesco Pio) Presidente de "l'occhiazzurra" una associazione culturale fondata dalla mia defunta cugina la poetessa Angela Palmisano. Amo il mio Paese e non amo le ingiustizie e le persone incoerenti.
Follow Me: