Buoni fruttiferi postali: conviene fare ricorso per interessi con l’arbitro bancario?

Buoni fruttiferi postali serie Q, l’avvocato risponde alla domanda di un lettore sulla possibilità di fare ricorso con arbitro bancario finanziario.

Salve le scrivo da Monza vi chiedo un consiglio, sono in possesso di un buoni fruttiferi postali del novembre 1989 serie Q con scadenza 31 dicembre 2020, potrei fare ricorso visto che il timbro per i tassi di interessi dietro al buono menziona gli interessi fino al ventesimo anno? Ho letto che potrei rivolgermi all’arbitro bancario finanziario pagando un contributo di 20 euro, ma visto che i buoni mi urge cambiarli posso andare allo stato civile a farmi autenticare il buono fronte retro? a cmq validità per un futuro ricorso? Grazie e buona giornata

Buoni fruttiferi postali serie Q

Gentilissimo,

per darLe un parere specifico sul Suo caso è necessario prendere visione del titolo fronte retro.

Se il buono è del 1989, ha cessato di produrre frutti il 31.12.19 e quindi può portarsi all’incasso.

E’ possibile farsi autenticare, prima dell’incasso, copia dei buoni dall’ufficiale di stato civile con marca in bollo da € 16.

Il ricorso può presentarsi entro dieci dall’avvenuto incasso.

Restando a disposizione si porgono cordiali saluti.

 

Avv. Pierluigi Basile

Studio Legale Basile

via Panebianco, 326 – 87100 Cosenza 

via G. Salvemini, 6 – 88900 Crotone

avv.pierluigibasile@virgilio.it 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Pierluigi Avv. Basile

Dedico particolare attenzione alle tematiche inerenti il diritto bancario, il diritto del lavoro, specie in riferimento ai rapporti di pubblico impiego, il diritto assicurativo e l’infortunistica, la tutela del consumatore, la responsabilità medica, le procedure esecutive e di recupero crediti. Per contatti: Unione Nazionale Consumatori Cosenza Studio Legale Basile - avv.pierluigibasile@virgilio.it - avv.pierluigibasile@pec.it