Buoni fruttiferi postali: il rifiuto di Poste Italiane al rimborso, condannato dall’ABF

Poste Italiane rifiuta il rimborso di buoni fruttiferi, condannata dall’ABF. Ecco il perché

Una vicenda che purtroppo è sempre più ricorrente il fatto che Poste Italiane si rifiuta di rimborsare alcuni tipi di Buoni Fruttiferi. Ciò è capitato, anche, ad una signora di Vicenza, titolare di 4 buoni fruttiferi postali della serie 18B, sottoscritti il 19 ottobre del 2005, per un importo complessivo di 20.000 euro.

Buoni fruttiferi non rimborsati: ecco la vicenda

La signora titolare dei buoni, si è presentata agli sportelli di Poste Italiane nel 2018, per richiedere il rimborso. Ma si è trovata davanti ad un netto rifiuto delle Poste Italiane nel procedere, perché questi ritenuti ormai prescritti già da aprile del 2017.

La consumatrice, non convinta, si rivolge all’Associazione Difesa Consumatori e Ambiente (’Adiconsum) di Vicenza per vedere tutelati i propri diritti.

I Buoni, in possesso della signora, non riportavano alcuna data di scadenza. Inoltre, all’atto della loro sottoscrizione non è stato consegnato nessun foglio informativo, come invece previsto.

Buoni Fruttiferi Postali: a quali condizioni vengono rimborsati?

Buoni fruttiferi postali non rimborsati: la decisione dell’ABF

L’Adiconsum ha fatto ricorso per conto della consumatrice presso l’Arbitro Bancario Finanziario (ABF), il quale ha accolto il ricorso. La motivazione è stata data dal fatto che sia sui buoni e sia da nessun’altra parte era riportata la data di scadenza. Non essendo, neanche, stato consegnato alcun foglio informativo, non è stato possibile stabilire una data di prescrizione. Infatti, essa decorre da quando il buono effettivamente scade e si ha la possibilità di richiedere il rimborso.

In conclusione, Poste Italiane è stata condannata perché non ha adempiuto ai propri doveri di trasparenza e di informazione, l’ABF ha ritenuto giusto la richiesta di Adiconsum, per conto della sua assistita. Inoltre, ha disposto che l’intermediario provveda al rimborso dei Buoni, corrisponda la somma di 200,00 euro a Banca d’Italia, come contributo alle spese della procedura e di 20,00 euro alla ricorrente, come rimborso per le spese di presentazione del ricorso.

Buoni fruttiferi Postali: sono ancora una buona forma di investimento? Ecco i pro e i contro


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.