Buoni fruttiferi postali, libretti di risparmio e S&P 500: quali tra questi conviene per investire a favore dei figli?

Si pensa al futuro dei figli, ma quale forma di investimento per loro è più conveniente? Ecco qualche consiglio

Il risparmiatore italiano è sempre più propenso ad un investimento sicuro, senza rischiare il proprio capitale, ma allo stesso tempo ricerca una forma di investimento che possa restituire un buon rendimento. Anche nel risparmio rivolto ai propri figli, cercano strumenti affidabili, con strumenti dove investire a lungo termine, e salvaguardare il capitale al 100%.

 La scelta potrebbe essere tra questi tre forme di investimento:

  • Buoni fruttiferi postali
  • Libretto al risparmio
  • S&P 500.

Vediamo, questi tre strumenti nel dettaglio, per poter scegliere quello più adatto alle nostre esigenze.

Buoni fruttiferi postali: investimento dedicato ai minori

Una forma di investimento, che propone poste italiane dedicata ai figli sono i buoni fruttiferi postali per i minori. Questi vengono sottoscritti dai genitori, nonni, parenti ma anche da un amico. Il tasso di interesse varia di anno in anno, e partono dall’1% per 1 anno e 6 mesi fino al 3% del 18° anno.  I buoni fruttiferi, e anche questi dedicati ai minori, si possono svincolare in qualsiasi momento. Per i buoni dedicati ai minori, il riconoscimento del rendimento maturato si percepirà solo dopo 18 mesi di vincolo.

Per approfondire l’argomento ti consiglio di leggere: Buoni fruttiferi postali dedicato ai minori. Ecco perché sono convenienti

S&P 500: cosa è

Il S&P 500 (Standard & Poor’s 500) è l’indice più importante del Nord America. È formato da azioni delle 500 più grandi compagnie statunitensi quotate alla Borsa di New York. L’investimento per poter ottenere un reddito positivo, dovrà durare almeno dieci anni Per poter avere delle aspettative positive sugli investimenti, bisogna attendere almeno dieci anni. Quindi, secondo alcuni calcoli, se si investe oggi mille dollari tra 35 anni si potrebbero ottenere circa 47 mila dollari. Una cifra consistente visto i tassi di rendimento offerti oggi.

Libretti di risparmio per i minori

Il libretto postale è un prodotto delle Poste Italiane, ha lo scopo di raccogliere risparmi. Su di esso, si possono versare di volta in volta delle somme, in modo tale che fruttino degli interessi. Non hanno costi di gestione o quasi. Dai libretti al portatore è possibile prelevare ma anche versare in qualsiasi momento, ma il loro tasso di interesse è molto basso, si aggira intorno allo 0,01% lordo. In più se la cifra depositata sul libretto supera i 5.000 euro, va dovuta anche l’imposta di bollo.

Poste italiane propone diversi tipi di libretti di risparmio, e nello specifico ne propone tre tipi diversi dedicati ai minori.

  • “Io Cresco” rivolto ai bambini tra i zero e i dodici anni per avvicinare i più piccoli al risparmio;
  • “Io Conosco” rivolto ai piccoli che hanno tra i dodici e i quattordici anni, in modo che capiscono come si versano e prelevano delle piccole cifre;
  • “Io capisco” rivolto ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni. Con questo strumento possono prelevare delle piccole somme, adeguate alla propria età. Questo è un valido strumento per imparare a gestire il proprio risparmio.

I Buoni Fruttiferi e i Libretti di risparmio postale: ecco le loro differenze

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.