Buoni fruttiferi postali ordinari: caratteristiche, rendimento e durata

I buoni fruttiferi postali ordinari sono una sicura fonte di investimento. Ecco il rendimento

I buoni fruttiferi postali ordinari sono uno degli strumenti d’investimento di Poste Italiane più longeve, infatti sono sul mercato dal 1925. Una forma di investimento consolidata con un rendimento crescente nell’arco della loro durata di vita.

È ottimo che gli investitori che vogliono investire fino a 20 anni, ma possono sempre svincolarli in qualsiasi momento. Gli interessi vengono già percepiti dopo 1 anno dalla sottoscrizione, e poi vengono ricalcolati ogni bimestre, nel caso di rimborso anticipato.

Il tasso lordo alla scadenza del buono, dopo 20 anni, è del 2,25%.

Buoni Fruttifero Postali Ordinari: le caratteristiche

I buoni fruttiferi ordinari, come tutti gli altri buoni postali, sono emessi da Cassa Depositi e Prestiti e collocati sul mercato da Poste Italiane. Il loro valore nominale è garantito dallo Stato Italiano.

Come abbiamo già detto, è un titolo di investimento a lungo termine, per 20 anni al massimo. Il suo rendimento è crescente nel tempo, non ci cono spese per la gestione e la sottoscrizione, ma sono soggetti agli oneri fiscali.

I buoni fruttiferi postali ordinai si possono sottoscrivere online o recandosi all’ufficio postale.

La sottoscrizione online è possibile se sei titolare di un conto BancoPosta abilitato ai servizi online, e puoi utilizzare BancoPosta online o BancoPosta Click, sia da web che da App BancoPosta. Anche se sei titolare del libretto Smart abilitato ai servizi online, puoi sottoscriverli da web, tramite Risparmio Postale online e da App BancoPosta.

Oppure ti puoi recare presso un ufficio postale più vicino, con un documento di riconoscimento valido e il codice fiscale.

Buoni Fruttiferi Postali Ordinari: il rendimento

Poste Italiane ha aggiornato le condizioni di rendimento dal 22 marzo 2019.

Il tasso di interesse è crescente negli anni, quindi è ovvio più sarà lungo il periodo di vincolo più alti saranno i rendimenti. Mettiamo di seguito la tabella dei tassi nominali annui lordi.

Periodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possessoPeriodo di possessoRendimento effettivo annuo lordo alla fine di ciascun periodo di possesso
alla fine del 1°anno0,25%nell’11° anno0,59%
nel 2°anno0,25%nel 12° anno0,62%
nel 3°anno0,25%nel 13° anno0,73%
nel 4°anno0,25%nel 14° anno0,89%
nel 5°anno0,30%nel 15° anno1,03%
nel 6°anno0,33%nel 16° anno1,21%
nel 7°anno0,36%nel 17° anno1,43%
nel 8°anno0,44%nel 18° anno1,73%
nel 9°anno0,50%nel 19° anno2,00%
nel 10°anno0,55%nel 20° anno2,25%

 

I buoni fruttiferi ordinari sono soggetti a ritenuta fiscale agevolata, nella misura del 12,50% sugli interessi, ma sono esenti da imposta di successione. Anche i buoni ordinari per un valore inferiore o pari a 5.000 euro sono esenti da imposta di bollo, mentre viene applicata per buoni con importi maggiori di 5.000 euro nella misura dello 0.20% annuo del capitale investito.

Buoni fruttiferi postali dedicato ai minori. Ecco perché sono convenienti

Buoni Fruttiferi Postali Ordinari: la modalità e valore di rimborso

I buoni fruttiferi postali ordinari, possono essere emessi sia in forma cartacea che dematerializzata. Per i titoli in forma cartacea, il rimborso avviene per l’intero importo in un’unica soluzione, in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi. Invece, per il titolo in forma dematerializzata, si può decidere di richiedere il rimborso per l’intero importo in un’unica soluzione o parzialmente per importi pari a 50 euro e multipli, senza costi e in qualsiasi momento.

Il valore del rimborso va considerato entro il primo, il valore nominale sottoscritto, al netto degli oneri fiscali. Dopo il primo anno, il rimborso è la somma tra il valore nominale sottoscritto, al netto degli oneri fiscali, e gli interessi maturati secondo la tabella sopra indicata.

I tempi di prescrizione, cioè entro quanto tempo non è più riscuotibile il buono, è di anni 10 dopo la data di scadenza.

Buoni fruttiferi postali ordinari: condizioni in vigore dal 22 marzo del 2019

Poste Italiane ha emesso dal 22 marzo 2019 un nuovo buono fruttifero ordinario con nuove condizioni e rendimenti, per ulteriori informazioni scarica i seguenti documenti:

Scheda di Sintesi Serie TF120A190322 dal 22/03/2019

Foglio informativo Serie TF120A190322 dal 22/3/2019

Buoni Fruttiferi Postali: a quali condizioni vengono rimborsati?

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.