Buoni fruttiferi postali: quanto si riscuote per un buono di 5.000.000 di lire?

Buoni fruttiferi postali: cosa succede se non si aspetta la scadenza naturale del buono, quanto si può perdere in termini di guadagno?

Quando si  riscuotono i buoni fruttiferi postale non si è mai certi delle somme che vengono corrisposte siano dell’importo giusto. Proprio a questo proposito ci è giunto in redazione di una richiesta di verifica di rimborso al riguardo di un buono fruttifero ordinario. Il buono in questione è un buono fruttifero postale ordinario, di importo di Lire 5.000.000 emesso il 22/6/1994.

Buoni fruttiferi postali: calcolo del rimborso

Facciamo presente che i buoni fruttiferi ordinari emessi prima del 2000 hanno scadenza trentennale, quindi il buono in questione scade il 22/6/2024. La nostra lettrice ha fatto richiesta di rimborso anticipato l’11/01/2019.

Gli interessi stabiliti per questo tipo di buono sono i seguenti:

dal 1° al 5° anno    8%;

dal 6° al 10° anno   9%;

dal 11° al 15° anno 10,50%;

dal 16° al 20° anno 12%:

dal 21° al 30° anno sarà corrisposto un interesse semplice al tasso massimo raggiunto.

Dal 1° gennaio del 31° anno il buono non riscosso cessa di essere fruttifero, ma si può riscuotere entro 10 anni dalla data di scadenza.

Il buono è stato riscosso entro il 15° anno dalla sottoscrizione quindi si è giunti a riscuotere un tasso di interesse del 10,50% come si evidenzia dalla tabella. Facciamo presente che i buoni fruttiferi emessi dall’1° settembre 1987 al 23 giugno 1997 sono soggetti a ritenuta fiscale del 12,50%.

Valore del buono al 11/01/2019

L’importo nominale sottoscritto in euro è di 2.582,28, al momento della riscossione il valore del buono al lordo della ritenuta è di 22.395.19 euro. Il calcolo della ritenuta al 12,50% è di 2.476,61 euro, quindi il valore del buono al netto della ritenuta fiscale è di 19.918,58 euro.

Quindi dalla documentazione inviataci dalla nostra lettrice riteniamo che gli importi corrisposti sono esatti.

Valore del buono alla scadenza

Nel caso in cui si fosse aspettato la data di scadenza naturale del buono fruttifero, quanto sarebbe stato rimborsato?

Alla data di scadenza il valore del buono al netto della ritenuta fiscale sarebbe stato di 27.730,45 euro, l’importo della ritenuta invece di 3.592,59.

La nostra lettrice anticipando la riscossione del buono ha perso interessi del valore di 7.811.87 euro.

Buoni fruttiferi postali: gli ultimi aggiornamenti sui rendimenti al 10 settembre, Buoni 3×2, 3×4, 4×4

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.