Buono fruttifero postale 7 Insieme: quando scade e qual è il rendimento

Buono fruttifero postale 7 Insieme; qual’è l’importo da riscuotere? Ecco come funziona

Poste Italiane tra il 2012 e il 2014 ha collocato sul mercato un particolare buono fruttifero postale, denominato “BFP7insieme”. Questa è una tipologia di investimento ideale per desiderava percepire flussi periodici del proprio investimento. I BFP7insieme sono stati emessi solo in forma dematerializzata in tagli da 1.000 euro e multipli. Questi hanno una durata di sette anni e danno la possibilità al sottoscrittore di percepire flussi annuali fissi consistenti in un rimborso programmato del capitale. I primi BFP7 Insieme che sono stati emessi nel 2012, oggi, nel 2019, si possono riscuotere. Vediamo nel dettaglio come funzionano e quanto il risparmiatore, che ha investito in questo buono, percepirà.   

Buoni fruttiferi postali “Risparmiosemplice”: cosa sono e come sottoscriverli. Ecco le novità

Buoni Fruttiferi Postali BFP7insieme: quando rendono?

Il buono fruttifero 7 insieme, è stato un titolo di investimento rivolto soprattutto a chi voleva investire il proprio denaro ad un tasso fisso conveniente e voleva percepire un costante flusso di denaro ogni anno. La cedola percepita ogni anno in realtà è una restituzione parziale del capitale investito, l’interesse viene erogato allo scadere del buono insieme al capitale residuo. L’interesse non viene erogato se il buono viene riscosso prima dello scadere dei 7 anni, ma viene riscosso solo il capitale residuo integralmente.

I buoni fruttiferi postali 7 Insieme emessi nel 2012 rendono il 4% netto/annuo (4,5% lordo). Ad esempio se prendiamo inconsiderazione le condizioni del 1° marzo 2012 per l’emissione di tali buoni allo scadere del 1° marzo 2019, il risparmiatore ha percepito un capitale residuo di 7.300 euro più interessi annui lordi di circa 3.150 euro. In più ha percepito per ogni anno dal 2013 al 2018 la cifra di 450 euro all’anno come rimborso parziale del capitale investito, detta anche cedola annuale.

Questo è uno strumento finanziario che è stato ideato come un BTP, ma si differenzia sostanzialmente da quelli classici dalla presenza della cedola annuale che è di capitale e non di interessi.

Miglior prodotto di investimento 

In conclusione ricordiamo ai nostri lettori che, questo prodotto di investimento, che è uno dei migliori per il suo alto rendimento, sono iniziati a scadere proprio in quest’anno, il 2019, gli ultimi scadranno nel 2021.

Per gli investitori che sono in possesso dei BFP7insieme emessi nel 2012 potranno percepire un interesse lordo del 4,5%. Facciamo, inoltre, presente che anche questi buoni sono soggetti a tassazione agevolata del 12,50% da calcolare sugli interessi.

Buoni fruttiferi postali 2019: ecco una buona opportunità investendo solo 1.000 euro


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.