Busta paga con 100 euro in più subito, ecco i requisiti

Per i lavoratori bonus 100 euro immediatamente in busta paga. Tanti i lavoratori che hanno diritto di ricevere il premio. Ecco i requisiti per accedere al mini sussidio.

Ricevere 100 euro in busta paga in questo momento così delicato per tutti i lavoratori italiani, rappresenta seppur minimo, un sussidio per le famiglie. Il Governo ha emanato misure restrittive per contenere la diffusione dell’epidemia da Covid-19, imponendo la chiusura di tante aziende. Con il lavoro bloccato il primo danno lo ricevono i lavoratori che con l’azienda in ginocchio vedono lo stipendio declassarsi sempre di più.

Il nostro Bel Paese sta eseguendo una corsa contro il tempo per arginare le difficoltà sempre più stringenti nel comparto sanitario ed economico. Per fronteggiare la pressante crisi economica che incombe sul nostro Paese. Il Governo è intervenuto introducendo dei sussidi, agevolazioni e con delle indennità a favore delle famiglie, lavoratori e delle aziende.

Quando lo stato di allarme da Covid-19 cesserà, il Paese avrà necessità d’innescare l’avvio a ciclo continuo della macchina produttrice che immetta nel mercato immediata liquidità. Nel frattempo, per i lavoratori che nonostante l’alto rischio di epidemia, continuano a fornire beni di prima necessità, garantendo i servizi necessari di cui i cittadini hanno bisogno. A questi lavoratori che combattono ogni giorno contro il Coronavirus, l’Esecutivo ha predisposto un mini premio di 100 euro in busta paga subito.

Busta paga: mini bonus da 100 euro 

Nel Decreto Cura Italia sono presenti misure a sostegno delle famiglie, operai e delle aziende. Il governo è intervenuto inserendo dei provvedimenti al fine di risollevare il quadro economico critico. Nello specifico, oltre alle varie indennità 600 euro, congedo straordinario, bonus babysitter a cui hanno diritto i lavoratori. Nell’articolo 63 è stato previsto un premio del valore di 100 euro diretto ai lavoratori dipendenti sia nel comparto pubblico che privato.

Ciò significa che i lavoratori immessi nell’attività produttiva quotidiana che non hanno subito il blocco imposto dallo Stato, con un reddito complessivo pari a 40 mila euro riceveranno nella busta paga di marzo il bonus da 100 euro. Tale premio non costituirà a formare il reddito. In sostanza, si tratta di un sussidio devoluto dal Governo ai lavoratori che durante tutto il mese di marzo hanno lavorato attivamente ogni singolo giorno mettendo a rischio la loro salute.

Come richiedere il bonus da 100 euro?

I lavoratori che hanno eseguito la mansione lavorativa per tutto il mese di marzo hanno diritto al bonus di 100 euro nell’immediato, ossia nella busta paga di marzo.

Il lavoratore non dovrà presentare alcuna domanda, in quanto, il bonus sarà erogato subito dal datore di lavoro, che funge da sostituto di imposta. Il datore di lavoro compenserà il premio in una fase successiva.

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein