Cal Crutchlow può lottare per vincere in MotoGP nel 2020, secondo il CEO di Honda

Lucio Cecchinello, numero uno di Honda, ritiene che il suo pilota Cal Crutchlow possa lottare per il titolo in MotoGP già nel 2020

Lucio Cecchinello, numero uno di Honda, ritiene che il suo pilota Cal Crutchlow possa lottare per il titolo in MotoGP già nel 2020. Crutchlow, che ha corso con il team LCR Honda dal 2015, ha goduto nel 2018 della sua stagione migliore finendo settimo in classifica generale nonostante abbia perso le ultime tre gare per infortunio. Il pilota ha anche esteso il suo accordo con la Honda fino alla fine del 2020, anche se ha dichiarato di poter lasciare la MotoGP dopo.

Ecco cosa ha detto il boss di Honda a proposito del suo pilota in vista dell’inizio della MotoGP

Cecchinello crede che Cal Crutchlow possa compiere gli ultimi passi verso la maturazione con la possibilità di lottare per il campionato nelle prossime due stagioni. Ma ha ammesso che il 33 enne deve ancora lavorare per prendere meno rischi e accettare di dover correre anche solo per raccogliere qualche punto in più. “Cal è un pilota che corre con il cuore”, ha detto Cecchinello parlando con la stampa. “Non puoi chiedere a Cal di fare calcoli e rallentare per finire la gara. Cal ha bisogno di vincere, è un uomo libero di spirito che è abituato a correre per la vittoria, quindi a volte corre più rischi di quanto dovrebbe in una gara.”

Lucio Cecchinello ha poi continuato dicendo: “Persone come Cal, alla fine hanno bisogno di fare alcuni errori per capire i propri limiti e migliorare così le proprie debolezze. Credo che possa lottare per il campionato, direi forse nel 2020. Credo che il 2019 sarà una buona stagione per lui. Nel 2020 potrebbe fare un altro passo in avanti, limitarsi, trovare il giusto equilibrio.” Cecchinello ha concluso aggiungendo che crede che Cal Crutchlow sia “maturato” alla LCR, ma senza perdere “l’incredibile spirito combattivo” dei suoi primi anni in MotoGP con la Tech3.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube