Calamari imbottiti, un secondo completo e gustoso: la ricetta

Ricetta calamari imbottiti con farcitura di funghi misti che stanno bene col pesce. Un secondo piatto completo e gustoso, da provare.

Il calamaro è un mollusco molto apprezzato e di facile preparazione e farlo imbottito è una valida alternativa per preparare un secondo piatto completo, facile da preparare e buono da mangiare, si può imbottire come più si preferisce; io ho scelto di farcirlo con i funghi misti che stanno bene col pesce.

Calamari Imbottiti ricetta per 2 persone ingredienti

Calamari 3 o 4 dipende dalla grandezza

 2 o 300 grammi di funghi misti

aglio

olio extravergine

prezzemolo

10 pomodorini

sale Q.B.

Pangrattato Q.B.

Preparazione

Iniziamo pulendo i calamari, stacchiamo i tentacoli dal corpo, lavarli bene e lasciateli sgocciolare, svuotiamo il corpo dalle interiora ed eliminiamo la pelle esterna, laviamo bene sotto l’acqua corrente.

Mettiamo in una padella aglio e olio aggiungiamo i tentacoli e facciamo cuocere per qualche minuto.

Preleviamo i tentacoli e teniamo da parte.

Nella stessa padella,nell’olio di cottura dei tentacoli facciamo saltare i funghi appena si assorbe l’acqua di vegetazione aggiungiamo i tentacoli tagliati a pezzi e un po’ di vino bianco facciamo evaporare e insaporire insieme, spegniamo il fuoco, aggiungiamo 1-2 cucchiai di pangrattato, un po’ di sale, pepe e un po’ di prezzemolo.

calamari imbottiti preparazione

Prendiamo i corpi e con un cucchiaio cominciamo a riempire ad uno ad uno, chiudiamo le estremità con qualche stuzzicadenti e bucherellare tutta la superficie con uno stuzzicadenti. Nella stessa padella aggiungiamo ancora un po’ d’olio e aglio e facciamo rosolare i calamari rigirando spesso, aggiungiamo un po’ di vino e lasciare evaporare, nel frattempo lavare e tagliare i pomodorini aggiungerli ai calamari far cuocere fino ad appassire, non ci vorrà tanto tempo, aggiustare di sale e pepe; saranno pronti non pochi minuti. Servire accompagnando con un’insalata mista.

 

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.