Calciomercato: le date della sessione invernale 2020

Presentiamo il palinsesto della prossima sessione invernale per i campionati principali, insieme alle modalità di acquisto e di trasferimento dei calciatori

Manca un mese all’inizio della sessione invernale di calciomercato, una sorta di sessione di riparazione in cui le squadre di Serie A avranno l’opportunità di fare acquisti vincenti e di rafforzarsi in vista della seconda parte della stagione. Il tempo a disposizione per tutti i club europei sarà di quattro settimane, smentendo le voci di una sessione più breve di soli quindici giorni. Le contrattazioni in Italia si svolgeranno all’Hotel Melià di Milano, una splendida location che era stata scelta anche per le quattro sessioni precedenti. Le sorprese per i tifosi non mancheranno sicuramente anche perchè già ora sui siti specializzati si rincorrono rumors di ogni tipo come confermano gli esperti di calciomercato su stadiosport.it. 

 Vediamo più nel dettaglio quali sono le date di inizio e fine sessione per i principali mercati nel mondo e come avvengono le operazioni di calciomercato, con tutte le possibili formule di trasferimento dei calciatori.

Le date

Per l’Italia la sessione invernale inizierà il 2 gennaio e terminerà il 31 gennaio, proprio come per la Spagna, mentre la Premier League inglese, la Bundesliga e la Ligue 1 francese avranno 24 ore di tempo in più, cominciando l’1 gennaio e concludendo tutte il 31 gennaio. La Eredivisie olandese apre la sessione con un giorno di ritardo rispetto all’Italia, mentre il 4 gennaio è il turno della Primeira Liga portoghese e della SuperLig turca. In Europa, l’ultima ad aprire la sessione sarà la Polonia il 2 febbraio. Nel resto del mondo, la Russia sarà tra le squadre con minor tempo a disposizione per fare nuovi contratti, avendo solo nove giorni di tempo. Restano invece ancora ignote le date di inizio e fine sessione della Super League cinese.

Riportiamo di seguito i palinsesti delle squadre principali per fare maggiore chiarezza:

Premier League (Inghilterra): 1 gennaio-31 gennaio
Bundesliga (Germania): 1 gennaio-31 gennaio
Ligue 1 (Francia):1 gennaio-31 gennaio
Serie A (Italia): 2 gennaio-31 gennaio
Liga (Spagna):2 gennaio-31 gennaio
Eredivisie (Olanda): 3 gennaio-31 gennaio
Primeira Liga (Portogallo): 4 gennaio-2 febbraio
Süper Lig (Turchia): 4 gennaio-31 gennaio
Premier League (Russia): 22 gennaio-31 gennaio
Superliga (Argentina): 19 gennaio-19 febbraio

Come si acquistano i giocatori?

Spesso I giocatori più ricercati sono gli svincolati, ossia quelli che non appartengono più a nessuna squadra e sono liberi di firmare contratti con altre società. Nel resto dei casi, la società di provenienza del calciatore va retribuita attraverso lo scambio di un altro giocatore (la così detta plusvalenza) o in denaro.

Un’altra operazione sempre più diffusa nel calciomercato è l’opzione d’acquisto, che in parole povere consiste nell’avere la priorità su altre squadre di scegliere a chi vendere il calciatore. Quando si parla invece di diritto di prelazione, significa che si ha la possibilità di pareggiare le offerte delle altre società.

Le forme di trasferimento dei calciatori

Considerando il campionato italiano, il trasferimento di un giocatore da una squadra all’altra può avvenire secondo cinque modalità. Un giocatore può essere acquistato o ceduto a titolo definitivo, in cambio di una somma di denaro o di un altro giocatore, oppure a titolo temporaneo, con la società di partenza che mantiene il cartellino del giocatore e può riprenderselo quando preferisce. Quest’ultima forma di trasferimento è chiamata prestito e pertanto può avere degli interessi, oltre a poter prevedere il diritto di riscatto e/o di controriscatto. Il riscatto può avvenire una volta che il giocatore abbia raggiunto degli obiettivi, come il numero di minuti in campo, mentre il controriscatto avviene se la squadra a cui era stato ceduto lo ha saputo valorizzare, aumentandone il prestigio. In questo caso, il team in questione beneficerà di una somma di denaro stabilita in precedenza. Nel caso in cui un giocatore voglia trasferirsi contrariamente al volere della squadra, se il suo contratto prevede una clausola rescissoria il team interessato a comprarlo può pagarne l’intero importo previsto e assumerlo a contratto. Quando invece si vuole terminare il contratto prima della sua scadenza, si provvede a una risoluzione unilaterale o consensuale, tramite accordi legali.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp