Caldo e afa: non sudare è un’impresa impossibile

Con il caldo e l’afa, soprattutto in questi giorni da bollino rosso, non sudare è un’impresa impossibile, esistono alcuni cibi da evitare: ecco quali.

Con il caldo e l’afa, soprattutto in questi giorni da bollino rosso, non sudare è un’impresa impossibile. Esistono alcuni cibi da evitare se vogliamo mantenere a livelli socialmente accettabili la traspirazione.

Vediamo quali sono gli alimenti da bandire e quelli invece consigliati  e da mangiare a volontà

No all’alcool, è ipercalorico e ci fa sudare di più perché ci fa perdere liquidi.

No al tè e al caffè, sono eccitanti e dunque facilitano l’aumento della traspirazione.

No agli affettati, prosciutto crudo, salame, mortadella e altro, sono troppo elaborati e ricchi di sale.

No agli aromi, parliamo di sedano, cipolle, peperoncino e altro, provocano uno shock termico che il corpo subisce.

I cibi vivamente consigliati per non sudare sono invece ricchi di sale minerali come frutta e verdura.

Si al calcio, come le mandorle e allo yogurt, di vitamina B come la salvia, anche l’olio di oliva è un toccasana.

Altra cosa importante per non sentire troppo caldo è il vestiario, non usare capi troppo pesanti, prediligere capi di cotone e cercare di non uscire nelle ore di punta. Fare una doccia tiepida almeno tre volte al giorno, fa bene alla pelle, aiuta molto la traspirazione, una la mattina, una a metà giornata e una la sera prima di andare a letto la sera.

Caldo e afa: i rischi e gli effetti sul nostro corpo


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp