Caldo estivo: come non soffrire senza aria condizionata

Con il caldo opprimente tutto quello che si desidera è un pò di refrigerio: ecco come tenere fresca la casa e non sopperire alla temperatura elevata.

Il caldo opprimente di queste ultime  settimane ha fatto  sì che neanche all’interno della casa si possa godere di un pò di refrigerio per chi non ha installata l’aria condizionata. Come fare, quindi, a difendersi dal caldo per vivere queste giornate di afa in modo più sereno?

Proteggersi dal caldo: isolare la casa

Per chi non ha l’aria condizionata il coniglio principale è quello di isolare al meglio la propria abitazione nelle ore più calde: la cosa migliore è quella di chiudere persiane  e finestre e isolare con tendaggi per fare in modo che la casa non diventi una vera e propria serra in miniatura. Tenendo chiuse le imposte nelle ore in cui il sole è più cocente permette di abbassare anche di 10 gradi la temperatura all’interno della casa.

Difendersi dall’afa: cosa fare di notte?

Uno dei problemi principali, poi, quando fa molto caldo è quello di riuscire a prendere sonno a causa del materasso che si scalda al contatto del nostro corpo. I consigli per riuscire a rinfrescare anche le nostre notti sono quelli di inumidire leggermente le lenzuola prima di coricarsi, in questo modo si riuscirà a prendere sonno in un clima più fresco. Per dare sollievo e freschezza, poi, se si riempie una bottiglia d’acqua e la si mette nel congelatore per una mezz’ora, la si può usare per dare refrigerio ai piedi.

Difendersi dal caldo: consigli generali

Le normali lampadine fanno sì che il 90% della loro energia si trasformi in calore. Se vengono sostituite con lampade LED si riduce la temperatura all’interno della casa.

Evitare di cucinare cibi cotti fa si che si scaldi meno l’ambiente in cui si vive.

Il caldo porta con se anche l’umidità e quest’ultima aumenta la percezione del calore. Evitare, quindi, di fare il bucato e la doccia nelle ore più calde contribuirà a ridurre l’umidità in casa.

A riscaldare l’ambiente contribuiscono anche gli elettrodomestici attaccati alla presa: è meglio, quindi, scollegare le prese di tutti gli elettrodomestici che non si usano.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.