Calendimaggio: festa medievale nella suggestiva Assisi

Calendimaggio manifestazione medievale umbra che celebra la Primavera e la rinascita

 

Calendimaggio è una festa medioevale che viene celebrata nella cornice suggestiva della città di Assisi nei primi giorni di Maggio.

Calendimaggio l’origine della festa

Calendimaggio è una festa che ha origine molto antiche, con cui si celebra con riti gioiosi il ritorno della primavera e il rinnovarsi del ciclo della vita. Uno dei riti gioiosi sono le tradizionali “canzoni di maggio”, poesie da ballo e di canti, antichi documenti sulla vita di San Francesco testimoniano che il santo era un ottimo compositore di poesie e canti nella sua giovinezza. Le canzoni e le poesie hanno subìto nel medioevo l’influenza provenzale e francese e venivano eseguiti da gruppi di giovani che si spostavano da una parte a l’altra della città proprio nel mese di maggio. Caratterizza il calendimaggio lo scontro da due parti della città, infatti durante il XIV secolo Assisi attraversava uno dei periodi più floridi e questo non fece mancare controversie tra famiglie più potenti. Assisi era ed è divida in due parti: “Parte di Sopra” e “parte di Sotto” a capo rispettivamente la famiglia dei Nepis e dei Fiumi le quali erano parti politici di ghibellini e guelfi. Anche durante quest’epoca di lotte civile si mantenne la tradizione di celebrare la festa della primavera, in cui si eleggeva il Re della festa.

Il calendimaggio viene ripetuta puntualmente ogni anno per secoli, anche se durante questo lungo tempo ha subito dei rinnovamenti ma sempre rispettando la tradizione. La festa è stata sospesa solo durante la seconda guerra mondiale per essere ripresa nel 1947. Nel 1954 c’è stata l’ultima aggiornamento della festa che ha assunto la conformità che ha ancora oggi. La manifestazione si celebra per la maggior parte nella piazza del Comune di Assisi.

Calendimaggio la manifestazione

Il calendimaggio, come abbiamo già detto, rievoca il Medioevo e coinvolge tutti i cittadini di Assisi nella prima settimana di maggio. La celebrazione è incentrata tra le sfide della Nobilissima Parte de Sopra contro la Magnifica Parte de Sotto, recitando scene medioevali, cortei in costume ed esibizioni musicali. Una giuria, composta da uno storico, un musicologo e una personalità del mondo dello spettacolo, alla fine della manifestazione decreteranno quale parte ha celebrato, nel miglior modo, la nascente Primavera.

Calendimaggio 2018 lo svolgimento della manifestazione

Nel 2018 il calendimaggio, durerà un giorno in più rispetto alla tradizione.

Si inizia dal mercoledì con la benedizione dei vessilli nelle rispettive chiese: la cattedrale di San Rufino (patrono di Assisi) per la Parte de Sopra e la Basilica di San Francesco per la Parte de Sotto. Le due fazioni si incontrano alla piazza del Comune dove il sindaco consegna simbolicamente le chiavi della città al Maestro de Campo assumendo i poteri della città. Il Palio viene consegnato dalla Parte che lo ha vinto l’anno precedente al Maestro de Campo e poi segue la lettura dei bandi di sfida. La sera, la Contrada che ha vinto l’anno precedente rievoca le scene con cui ha vinto Madonna Primavera. Tutta la città di Assisi ritorna nell’atmosfera incantevole del medioevo, tutte le sue stradine vengono illuminate da torce e da fiaccole, vengono decorate da fiori e bandiere in questa atmosfera le due parti eseguono rappresentazioni in dialetto dell’epoca, spettacoli e musiche medievali.

IL giovedì pomeriggio si dà il via alle gare medioevali: tiro alla fune, corse delle tregge, gara della balestra. Chi vince ha il diritto di eleggere la Madonna Primavere tra le cinque giovane donne della propria fazione. Ad ogni arciere viene abbinata una fanciulla e l’arciere migliore farà vincere la fanciulla corrispondente. La sera si recitano le seconde scene.

Il venerdì pomeriggio c’è un intrattenimento musicale con gruppi locali. In serata entreranno in scena i cortei storici.

Il sabato, ultimo giorno decisivo, nel pomeriggio sfileranno i cortei in costume. Il momento culmine è l’esibizione dei cori, in serata, nella Piazza del Comune. I cori eseguiranno tre brani ognuno per la sfida, al termine delle esibizioni la giuria decreterà il vincitore. Toccherà al Maestro de Campo a comunicare il verdetto e l’assegnazione del Palio, sventolando il fazzoletto del colore della Parte vincente: blu per la Parte de Sopra o rosso per la Parte de Sotto. I festeggiamenti proseguiranno per tutta la notte.

Calendimaggio 2018 le date

Il Calendimaggio 2018 si terrà tra il 2 e il 5 maggio. Una settimana prima già saranno aperte le taverne e si saranno vari spettacoli che allieteranno la città.

Tutte le informazioni inerenti alla manifestazione li trovate qui. Non mancate è un evento unico nel suo genere, lo spettatore viene catapultato interamente nell’epoca medievale con tutte le sue suggestioni e si respira un atmosfera magica.

Leggi anche: Infiorata di Spello la manifestazione le origine e le date del 2018

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.