Cambia il ticket sanitario: chi ha di più paga di più, chi ha di meno paga di meno

Ticket sanitario: la nuova legge di bilancio prevede lo una modifica con chi ha di più paga di più, chi ha di meno paga di meno, le novità

La nuova legge di bilancio prevede lo stanziamento di due miliardi in più nella Sanità rispetto all’anno scorso. Il ministro della Salute, annuncia novità per la sanità, sicuramente più risorse, abolizione dei super ticket e rimodulazione dei ticket sanitari. Dice ancora che è venuta l’ora di dire basta ai tagli sulla Sanità, anzi ci vogliono più risorse, e poi bisogna tenere presente e tener conto del reddito di chi usufruisce del sistema sanitario nazionale.

Super ticket, patto per la salute e chi ha di più deve pagare di più

Affrontata anche la questione del super ticket, un balzo di 10 euro che non consente a tutti i cittadini di accedere al Ssn; è sbagliato e sarà affrontato anche questo per eliminarlo. Altro argomento da affrontare, e lo si farà con le Regioni, il patto per la salute, ci vogliono più medici e bisogna abbassare drasticamente i tempi di attesa che possono portare poi a conseguenze nella vita delle persone.

Si è deciso di ridiscutere il riordino in materia di ticket e la compartecipazione alla spesa sanitaria, e lo si farà con un criterio di progressività. Con il sistema di oggi in vigore, se sei miliardario o sei in difficoltà economica, si paga lo stesso, ma questo principio sicuramente non è giusto, infatti si cercherà di cambiarlo per fare in modo che chi possiede più capacità economiche pagherà di più, chi invece sarà in difficoltà economica, pagherà di meno.

Afferma il Ministro che questo non è un venir meno alla Costituzione, che recita, non conta quanti soldi hai o in che Regione vivi, hai sempre il diritto sacrosanto di essere curato.

Ticket sanitario: il nuovo Governo punta all’abolizione del contributo


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp