Cancro alla prostata: si può scoprire con le analisi del sangue e l’IsoPsa

Scoperto nuovo test per identificare il cancro alla prostata.

Il nuovo test, per individuare il cancro alla prostata è stato scoperto presso una clinica in collaborazione con la Cleveland diagnostics Inc e presentato durante il Meeting annuale della American Urological Association a San Francisco. Il test, si dimostra ad essere più efficiente del Psa, il test anteriore, e prende il nome di IsoPsa.

La ricerca ha interessato 261 maschi prenotati per una biopsia prostatica presso 5 centri universitari o ospedalieri americani. È possibile scoprire un tumore alla prostata con un semplice esame del sangue e ridurre cosi i costi per le biopsie.

Negli Stati Uniti ogni anno vengono effettuate circa 1,5 milioni di biopsie. In media il 70 % di esse sono negative, il che è un bene per il paziente ma ad un costo molto alto per il sistema sanitario nazionale.

Cancro alla prostata: ecco i progressi scientifici

Sono molti i progressi scientifici per mettere a punto test capaci di fare la diagnosi precoce del cancro alla prostata.

Con il Nuovo test IsoPsa, si può evitare la biopsia. Tumore alla prostata, un problema che in tanti stanno affrontando, ma con il nuovo test del sangue si potrebbe evitare, nel 40 % dei casi, la biopsia per individuare la presenza di un tumore maligno.

Cancro alla prostata: una rivoluzione

La notizia arriva dagli Stati Uniti, una vera e propria scoperta che aiuterà la sanità ad essere migliore?

Purtroppo, in Italia, il cancro alla prostata, colpisce un uomo su otto. Il nuovo test, si dimostra ad essere ottimo, senza necessità di esami invasivi riesce a distinguere tra forme maligne e benigne del cancro, molto diffuse negli uomini dopo i 50 anni.

Il nuovo esame – chiamato IsoPSA – identifica cambiamenti della struttura molecolare dell’antigene prostatico (il PSA appunto) e quindi non si limita semplicemente a misurare la concentrazione dell’antigene nel sangue come fa il test oggi in uso clinico.

Diagnosticare il tumore, nella fase più precoce, fa si che il paziente possa iniziare le cure, prima possibile

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.