Cancro del colon-retto: nuovo test del sangue occulto che mette in soffitta la colonscopia

Il cancro del colon-retto è il tumore più diffuso in Italia, è possibile effettuare lo screening con un semplice test sangue occulto, senza ricorrere alla colonscopia…

Il cancro del colon-retto è il tumore più diffuso in Italia. I dati Istat hanno evidenziato che il tumore del colon retto è tra i più frequentemente diagnosticati nella popolazione italiana (14%, con 53.000 nuovi casi nel 2017 – dati AIRTUM – AIOM) e la seconda causa di morte oncologica dopo il tumore al polmone (10% tra gli uomini e 12% tra le donne con 18.671 decessi nel 2014).

La sua origine si manifesta quasi sempre da polipi adenomatosi, tumori benigni dovuti al proliferare delle cellule della mucosa intestinale, che impiegano mediamente tra i 7 e i 15 anni per trasformarsi in forme maligne.

Lo screening è importante in questo arco temporale per una diagnosi precoce ed eliminare i polipi, prima che abbiano acquisito caratteristiche pericolose.

Cancro colon-retto: la formazione di polipi e lo screening

I polipi, sono facilmente individuabili, in base a due proprietà: tendono sanguinare e sporgono dalla mucosa per cui sono visibili sulla sua superficie. I test attualmente in uso per lo screening di questa malattia sono:

  • la ricerca del sangue occulto nelle feci
  • la rettosigmoidoscopia

La colonscopia in Italia, essendo un esame invasivo, viene consigliata soltanto nella seconda fase, quando il test della ricerca del sangue occulto nelle feci ha esito positivo. Inoltre, l’esame della colonscopia, attualmente non ci sono prove che sia superiore ai test attualmente in uso per i programmi di screening.

Nuovo test del sangue occulto

Un nuovo kit della società Diatech, può essere considerato una vera e propria rivoluzione nel settore medico, in particolare in quello oncologico. La Diatech, ha annunciato l’uscita di questo test innovativo, dopo un’attenta ricerca. 

L’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la cura dei Tumori (IRST) IRCCS di Meldola (FC), uno dei principali Centri per la Ricerca Scientifica e Tecnologica in Italia, e Diatech Pharmacogenetics, azienda leader in Italia nella ricerca e nella commercializzazione di sistemi diagnostici per test farmacogenetici, annunciano il lancio di un innovativo kit, denominato “EasyPGX®ready FL-DNA”, per l’identificazione di lesioni prenoplastiche e neoplastiche del colon retto (CRC).

Metodica brevettata in tutto il mondo

La metodica brevettata in tutto il Mondo dall’Istituto Tumori della Romagna in collaborazione con il Gruppo Diatech consente di valutare la quantità e l’integrità del DNA estratto dalle cellule di esfoliazione della mucosa del colon raccolte nel materiale fecale. L’esito del test “EasyPGX® ready FL-DNA”, in associazione alle informazioni ottenute dal test del sangue occulto fecale (FOBT), permetterà di identificare gruppi di pazienti con diverse probabilità di avere una lesione pre-neoplastica o neoplastica del colon, potendo così indirizzare i singoli casi verso ulteriori procedure diagnostiche più invasive, disagevoli e costose (colonscopia).

Un test del sangue occulto, avrà un costo di circa 40 euro,  invece di 150 euro per la colonscopia.

Test sangue occulto cancro


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.