Canone Rai 2019: modulo esenzione online

Canone Rai come inviare disdetta? Ecco tutte le novità del 2019

Il Canone Rai, come sappiamo è una tassa di possesso, cioè si paga solo in base al fatto che si possegga un apparecchio televisivo, indipendentemente dal suo utilizzo.  Il costo del canone Rai è di 90 euro l’anno che viene addebita sulla bolletta di fornitura di energia elettrica suddivisa in rate.

Vediamo quali sono i casi di esenzione e in che modo si può procedere con la disdetta.

Canone Rai: chi è esente

Ci sono alcune categorie di soggetti che sono esonerati dal pagamento del Canone Rai, come ad esempio gli over 75enni ma solo in presenza delle seguenti condizioni:

  • Devono aver compiuto 75 anni entro il termine di pagamento dell’abbonamento Rai;
  • È necessario avere un reddito non superiore a €8000, il reddito va sommato anche quello del coniuge;

Se i 75 anni vivono con altri soggetti titolari di reddito proprio, eccetto il coniuge, deve pagare il canone RAI, ad esempio si vive con uno dei figli che ha un lavoro, non potrà essere esentato dal pagamento del canone RAI.

Altri soggetti esenti dal pagamento del canone RAI sono chi ha effetto di convenzioni internazionali:

  • Gli agenti diplomatici;
  • Funzionari e impiegati consolari;
  • Funzionari di organismi internazionali esenti In base allo specifico accordo di sede applicabile;
  • Militari di cittadinanza non italiana o il personale civile non residenti in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alla forza Nato in stanza Italia.

Chi invece ritiene di essere esente deve inviare da dichiarazione sostituiva che è possibile inviare tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate. Se la dichiarazione viene inviata per il 31 gennaio 2019 l’esenzione scatta per l’intero anno, invece se viene inviato tra febbraio e giugno si applicherà per il secondo semestre.

Il canone Rai va pagato una sola volta all’anno indipendentemente degli apparecchi televisivi che si posseggono.

Canone RAI: modulo dal sito dell’Agenzia delle Entrate

Sul sito dell’Agenzia dell’Entrate è possibile scaricare il modulo della Dichiarazione sostitutiva e inviarlo. Sul sito si legge che è titolare di un’utenza di fornitura di energia elettrica, ma non possiede in nessuna dimora un apparecchio televisivo può inviare, per la disdetta dell’abbonamento Rai, la dichiarazione sostitutiva per la non detenzione. La parte del modello da dover compilare e inviare è il Quadro A. Inoltre non è più prevista la disdetta dell’abbonamento per suggellamento dell’apparecchio televisivo.

Scarica qui il modello dichiarazione sostitutiva Canone Rai

Canone Rai: cosa bisogna sapere

Facciamo presente che dichiarare il falso nella dichiarazione sostitutiva comporta una responsabilità anche penale. Per poter dichiarare di non possedere nessun apparecchio tv, bisogna che quest’ultimo non sia presente in nessuna abitazione in cui il dichiarante è titolare della fornitura elettrica o da un suo componente del nucleo familiare.

La dichiarazione sostitutiva oltre all’invio online è possibile inviarla tramite raccomandata. Destinandola al seguente indirizzo “Sat – c.p.22 Torino” tramite plico senza busta corredato da copia di un documento di riconoscimento. In questo caso si considera come data di presentazione della dichiarazione, la data di spedizione rilevata dal timbro postale.

Legge 104: agevolazioni per canone Rai e acquisti vari

 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.