Canone Rai, cambia il costo nel 2018? Un viaggio tra tariffe ed esenzioni

Quanto ci costa il canone Rai, la tassa per il 2018 non ha subito variazioni? Chi è legalmente esonerato dal pagamento?

Facciamo un passo indietro alla Legge di Stabilità del 2016, che introdusse il pagamento del corrispettivo relativo al canone Rai nella bolletta elettrica. Tra polemiche e discussioni infinite, oggi, tutti i contribuenti esclusa la fascia esente, pagano la tassa relativa al canone Rai. Il versamento viene effettuano nel momento preciso in cui si paga la bolletta della fornitura di energia elettrica. 

Chi è esente dal pagamento del canone Rai 2018?

È inutile dire, che parliamo di una delle tasse più odiate dagli italiani, e tutti vorrebbero defilarsi da questa incombenza. Nella piena considerazione che si tratta sempre di una tassa statale, va pagata. Nel caso in cui si tende fare i “furbetti”, scorporando l’importo del canone dalla bolletta, sottraendosi, quindi al pagamento, si rischiano molteplici azioni da parte dell’Agenzia delle Entrate per il recupero dei crediti. 

La legge tuttavia, tutela solo due categorie di soggetti che possono richiedere l’esenzione del canone Rai, quindi,  hanno il consenso legale di evitare tranquillamente di versarla, quali:

  1. gli over 75 in presenza di specifici requisiti reddituali, cioè chi ha un reddito complessivo non maggiore di 8 mila euro annui;
  2. i soggetti che realmente non possiedono una tv.

Canone Rai: cosa cambia in bolletta nel 2018?

La base per cui si paga il canone è il “presupposto di possesso” relativo alla televisione. Di conseguenza, come disposto dalla Legge di Stabilità del 2016, viene pagato dal contribuente nell’atto in cui si appresta a pagare la bolletta relativa alla luce. Ciò vuol dire, che il contribuente in possesso di una fornitura di luce e titolare di una TV, è obbligato al versamento della tassa nella bolletta.

Si tratta, di una delle tante imposte “obbligate”, a cui il contribuente è costretto suo mal grado a tener testa. Per alleggerire l’importo nella bolletta il canone Rai è stato suddiviso in più tranche, quindi il consumatore si ritrova a pagare ogni mese una parte di tassa relativa al canone Rai. Precisamente, si tratta di 10 rate mensili dell’importo di 9 euro cadauna, registrate nelle bollette elettriche per il periodo che va dal mese di gennaio al mese di ottobre. Ovviamente, se la fatturazione delle bollette luce dovesse risultare bimestrale l’addebito nella bolletta sarà maggiore portandosi a 18 euro.

Qual è il costo del canone Rai per il 2018?

Per il costo del canone Rai abbiamo riscontrato una diminuzione di 10 euro rispetto al 2016. L’importo resta invariato a quello del 2017, di conseguenza anche nel 2018 il canone Rai avrà un importo pari a 90 euro. Le modalità relative al pagamento, al momento non hanno subito variazioni.

 

 

 Leggi anche:

Bollette A 28 Giorni: Ci Saranno I Rimborsi Nelle Fatture Di Aprile?

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein