Carciofo: antitumorale e protettore per il fegato, le dosi consigliate

Il carciofo, mangiarlo è molto utile e fa bene, protettore del fegato e antitumorale. Molto indicato come antiossidante e contro il diabete.

Mangiare il carciofo può essere davvero una buona idea, è diventato un’eccellenza italiana per quanto riguarda l’agricoltura. Una consistenza importante l’ha raggiunta anche sul mercato con la creazione di superalcolici, in particolari gli amari.

Carciofo: ottimo per tumori e fegato

Il carciofo ha una lunga famiglia alle spalle, ne esistono circa 90 tipologie; uno in particolare, quello di Paestum, ha ottenuto il marchio di origine protetta. Il carciofo di Paestum è soprannominato ‘tondo’, cosa che rispecchia la sua forma; è stato riconosciuto nel 2005 IGP per la sua qualità e per la sua storia secolare.

Il carciofo è ottimo a tavola per i suoi benefici e la prevenzione, in particolare è molto indicato per la protezione del fegato e per la sua efficacia antitumorale.

In America il carciofo è stato inserito in una speciale classifica mondiale: si trova al settimo posto, su più di mille prodotti, per quanto riguarda gli alimenti con più antiossidanti.

Nei carciofi il clorogenico si va ad aggiungere ai flavonoidi, alla quercetina e ai polifenoli, dando vita ad una vera lotta ai radicali liberi, responsabili di tumori e invecchiamento cellulare, andando ad ossidare le arterie.

I carciofi, per chi non lo sapesse, sono molto indicati per chi soffre di diabete grazie alla presenza di insulina, sostanza che va a contrastare il livello degli zuccheri nel sangue.

I carciofi come protettori del fegato

La cinarina contenuta nei carciofi permette un’ottima diuresi e un ottimo funzionamento della bile. E’ consigliato mangiare il carciofo per la salute del fegato e perché può prevenire i tumori.

La sostanza cinarina viene usata anche contro epatiti e cirrosi; la cinarina, unita al potassio, facilita la diuresi e depura i reni. Quando si cucinano i carciofi si consiglia sempre di conservare l’acqua della cottura e riutilizzarla per fare minestre o infusi; studi recenti hanno dimostrato che va a combattere cellulite e ritenzione idrica.

Se si fa un buono e corretto uso dei carciofi, si otterranno dei grossi risultati senza prendere medicinali; infatti chi li usa avrà benefici come il transito intestinale. Inoltre, non solo non avrà mai bisogno di lassativi e purghe, ma farà prevenzione di tumori all’intestino, pancreas, colon e fegato.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp