Quanta carne mangiamo in un piatto di lasagne pronte? Ecco le marche più affidabili

Dalle lasagne pronte al piatto, ma quanta carne realmente mangiamo?

Lasagne pronte subito dal frigo al piatto, sono pratiche deliziose e utili per tutte le occorrenze. Ma, la domanda frequente che si pone il consumatore ruota intorno alla quantità di carne presente in ogni porzione.  A tal proposito, la tv A Bon Entendeur un programma televisivo svizzero RTS, ha fatto chiarezza, promuovendo un test sul prodotto lasagne pronte da cuocere. Sotto il faro della lente d’ingrandimento sono finite 10 tra le migliori marche.  

Lasagne pronte, ma quanta carne c’è realmente?

L’esperimento è stato indirizzato alla verifica della quantità di carne presente nelle etichette del prodotto, alla valutazione della veridicità del peso corrispondente nel piatto. La prova ha mostrato che la variabile legata alla misura di carne presente nelle lasagne pronte oscilla tra il 7% e il 13%. Solo la lasagna Thiriet ha sforato il target portandosi al 25% di carne presente nelle porzioni, rispecchiando in pieno quanto riportato dalla stessa confezione. In effetti, nelle confezioni Thiriet appare chiara la dicitura “ricche di carne”.

Sotto esame 3 tra le migliori marche di surgelati

Il test ha rilevato che nel complesso 7 marche su 10 non utilizzano abbastanza carne. Il peso della quantità di carne del prodotto non è conforme a quanto indicato nella confezione. Fatta eccezione della Findus, Thiriet e Betty Bossi, in queste lasagne pronte la quantità di carne rispecchia in pieno il peso riportato nella confezione. In alcuni casi, la misura di carne presente nel prodotto è risultata essere maggiore di quella riportata nell’etichetta. 

Altro discorso per le marche restanti, dove in alcuni casi la carne presente nel prodotto è risultata essere addirittura la metà o al di sotto di quella riportata nell’etichetta della confezione. Resta da considerare che le confezioni che riportano un prezzo decisamente ridotto di circa 4 euro al Kg, contengono una percentuale  di carne che oscilla tra l’8% e l’11,6%, contro le confezioni ricche di carne vendute intorno ai 12 euro al kg che si portano a una percentuale pari al 9,7%.

 

Leggi anche:

La Stangata Delle Sigarette: Scatta Un Aumento Fino A 40 Centesimi A Pacchetto

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein