Carta famiglia 2018: a chi spettano sconti su beni e servizi?

Cosa è la Carta Famiglia 2018 e a chi è rivolta? Vediamo a cosa serve e chi è coinvolto.

La Carta Famiglia 2018 è una delle misure per contrastare la povertà e l’esclusione sociale consentendo famiglie che vivono un disagio economico di poter fruire  di sconti su beni e servizi.

La Carta Famiglia 2018 può essere richiesta dai nuclei familiari con almeno 3 figli minori a carico con un Isee che non superi i 30mila euro.

 

Carta Famiglia quali benefici

La Carta Famiglia 2018 è emessa dai singoli Comuni ed ha una durata biennale. Può essere richiesta da uno dei genitori che diventa il titolare della carta stessa e anche il responsabile del suo utilizzo.
Gli sconti e le agevolazioni possono riguardare:

  • beni alimentari
  • beni non alimentari
  • servizi come fornitura di acqua, luce, gas, pagamento tassa rifiuti, trasporti, servizi ricreativi, musei, palestre, centri sportivi, servizi turistici, alberghi, ristoranti, istruzione e formazione professionale.

 

Quali soggetti aderiscono al programma?

L’iniziativa vede il coinvolgimento dei seguenti promotori e partner:

  •        il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che formalizza protocolli d’intesa con le Amministrazioni Centrali o convenzioni con soggetti pubblici o privati di rilevanza nazionale.
  •         le Regioni e le Province Autonome che  stipulano convenzioni con soggetti pubblici o privati di rilevanza regionale.
  •          i Comuni che stipulano convenzioni con soggetti pubblici o privati di rilevanza locale o riduzione di tariffe dei servizi pubblici locali erogati direttamente o indirettamente e rilasciano la carta alle famiglie o nuclei familiari che ne fanno richiesta.

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.