Cartelle esattoriali 2020: stop fino al 30 agosto

Cartelle esattoriali 2020 bloccate fino al 30 agosto 2020, e non solo: bloccati i pignoramenti su pensioni e stipendi, bloccati anche il protesto di assegni e cambiali, le ultime news.

Le cartelle esattoriali 2020 slittano al 30 agosto mentre le rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio slittano al 10 dicembre 2020 per effetto dei versamenti sospesi durante il lockdown. 

Cartelle esattoriali 2020: si può stare tranquilli fino al 30 agosto

Se non si pagano le rate delle scadenze delle definizioni agevolate (rottamazione e saldo e stralcio) non si decade fino a dieci mesi di tolleranza.

Bisogna precisare che prima bastava non pagare una sola rata per perdere tutto e decadere dalla definizione.

Il Governo ha inserito nel decreto Rilancio (DL 34/2020) pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale 128 S.O. 21/L, la possibilità di pagare le rate in scadenza entro il 10 dicembre 2020 senza interessi e sanzioni.

Bisogna precisare che la data del 10 dicembre 2020 è fissa e non è possibile beneficiare dei cinque giorni di flessibilità del pagamento. 

Le rate della rottamazione ter e saldo e stralcio prossime alla scadenza: 31 maggio; 31 luglio e 30 novembre.

Per approfondire l’argomento consigliamo di leggere: Rottamazione Ter: la scadenza del 31 maggio è posticipata a dicembre?

Pignoramenti su stipendi e pensioni: bloccati al 31 agosto

Bloccati fino al 31 agosto 2020 anche il pignoramento sulle pensioni, sul pagamento degli stipendi e sui pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, da parte dell’agente di riscossione. Sono queste in sintesi le principali disposizioni di sospensione e proroga inerenti le attività dell’agente di riscossione. 

Protesti assegni e cambiali

Tra le modifiche effettuate al decreto Liquidità è stato proceduto al prolungamento al 31 agosto dei protesti delle cambiali e assegni. Questo permetterà lo sblocco, anche se temporaneamente, delle segnalazioni alla Cai (Centrale allarmi interbancaria). 

Il decreto sospende la trasmissione dei protesti alle CCIAA da parte degli enti pubblici. Se la Camera di Commercio ha già proceduta alla pubblicazione deve provvedere alla cancellazione d’ufficio. 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”