La tua casa diventa il tuo ufficio: sopravvivere allo smart working

-
26/03/2020

Con questa quarantena molti di noi sono costretti a lavorare a casa realizzando il proprio ufficio in qualche spazio. Come fare per non distrarsi?

La tua casa diventa il tuo ufficio: sopravvivere allo smart working

Sono molti gli italiani che possono continuare a lavorare da casa in modalità smart working, il che da una parte risulta essere una vera  e propria fortuna, mentre dall’altra potrebbe risultare una distrazione dal proprio lavoro o addirittura un modo per lavorare con più svogliatezza. Ad essere sinceri, lavorare da casa può essere comodo, ma non ci fa sentire produttivi come lo stare in ufficio, parlare con i colleghi di tanto in tanto, respirare aria diversa da quella da casa ed avere a che fare con un ambiente più formale che ci spinge ad essere sempre pronti per ogni evenienza, a partire dall’abbigliamento. Purtroppo non possiamo farci niente, queste sono le regole e dobbiamo solo sentirci fortunati di poter lavorare da casa protetti rispetto ad altri. Eppure, si potrebbe tentare di ricreare quell’atmosfera anche in una piccola percentuale. Vediamo come.

Come ricreare un piccolo ufficio a casa

Come prima cosa partiamo dall’estetica: più bellezza equivale a più allegria e positività, di conseguenza si potrà lavorare in modo piacevole.

Arricchite la vostra scrivania con dei fiori che avete in giardino, oppure con qualsiasi oggetto che vi può sembrare carino e in grado di strapparvi un sorriso.

Stiamo parlando di foto con amici o famiglia, piccolo portafortuna, un libro che amate, la vostra essenza preferita. Insomma, tutte cose che possono sembrarvi stupide ma che vi piacciono.

Alla fine non si riveleranno essere così stupide poi.

Passiamo al fattore comodità: cercate di stare il più comodi possibili, con la poltrona o la sedia che più vi fa stare bene, utilizzate dei libri sotto il pc se state scomodi e cercate di avere tutto quello che vi serve sempre a portata di mano.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Altra cosa che potrebbe aiutare per ricreare quell’atmosfera del vostro ufficio è lavorare insieme alla vostra collega o al vostro collega in videochiamata, così da potervi aiutare e scambiare quelle due parole tipiche da pausa caffè.

Non meno importante è questo step: siete a casa e prendetevi tutte le pause che volete, mangiate dolci o rimpite i vostri bicchieri delle bevande che più amate.

Se riuscite, mettete anche delle musiche che amate di sottofondo, ma solo se non vi distraggono ulteriormente dal vostro lavoro.

Riempite di luce questo spazio della vostra casa dedicato all’ufficio: da quella prodotta dal sole a quello delle lampade. Più luce equivale a più possibilità di concentrarsi.

Infine, sappiamo che lavorare a casa comporta di stare in pigiama o in tuta.

Non vi diciamo di vestirvi da ufficio, ma almeno di indossare capi comodi ma che vi facciano sentire produttivi.

 

Leggi anche:

Coronavirus e smart working: quanti soldi ci costano nelle bollette?