Cassa integrazione, licenziamento e Naspi anticipata per apertura partita Iva

Naspi anticipata, quando si può richiedere l’erogazione in un’unica soluzione dell’indennità di disoccupazione spettante?

Per chi ha perso il lavoro ed è percettore di Naspi esiste la possibilità, se si intende avviare attività di impresa o di lavoro autonomo, di richiedere la Naspi in forma anticipata in un’unica soluzione. Questa possibilità, tra l’altro non è vincolata dai limiti di reddito sul lavoro autonomo e non implica la perdita della prestazione neanche in caso di contratti di collaborazione ma presuppone che non si sottoscrivano contratti di lavoro subordinato.

Naspi anticipata: chiarimenti

Due lettori hanno posto delle domanda relativamente alla Naspi anticipata in caso di apertura di partita Iva. Cercherò, di seguito, di fornire i chiarimenti necessari in merito.

  • Buongiorno
    Desidero sapere . Mio marito è in cassa integrazione(causa covid) nel caso in cui venisse licenziato dal datore di lavoro e forse solo in quel caso, potrebbe aprire partita iva come incaricato alle vendite a domicilio? e ottenere l’anticipo della naspi co codice ex codice ateco 51190

Per chi desidera aprire una partita Iva per avviare attività di impresa o lavoro autonomo è possibile richiedere la corresponsione della Naspi anticipata in un’unica soluzione. Ovviamente, fichè suo marito è in cassa integrazione e non percepisce indennità di disoccupazione questo non è possibile.

Nel caso che al termine della cassa integrazione COVID-19 (e quando sarà di nuovo permesso ai datori di lavoro di licenziare i propri dipendenti) se sarà licenziato, a apatto che apra la partita IVA cui è interessato, può chiedere la fruizione della Naspi anticipata.

  • Sono stata licenziata a inizio anno e devo fruire della Naspi per altri 18 mesi. Mi si è presentata la possibilità di aprire Partita Iva e mi hanno detto che esiste la possibilità di chiedere l’anticipo della Naspi in un’unica soluzione. E’ possibile richiederlo anche se si sono già ricevuti i pagamenti delle prime 6 mensilità?

La possibilità di percepire la Naspi anticipata a patto di avviare attività di impresa non è una possibilità limitata soltanto a chi presenta domanda di indennità di disoccupazione ma a tutti coloro che sono beneficiari della Naspi. La richiesta dell’anticipo, quindi, in caso si voglia avviare una attività con partita IVA, può essere presentata anche in un secondo momento, dopo l’inizio della fruizione dell’indennità fermo restando che l’anticipo riguarderà soltanto gli importi residui della Naspi spettante.

Per approfondire consiglio la lettura dell’articolo guida sulla Naspi: Reddito presunto per Naspi: cos’è e cosa indicare

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.